Toscana. Economia: Bankitalia, attività debole a inizio 2019 Audio

. Inserito in Economia

"L'attività economica in regione è rimasta debole" nella prima parte del 2019, dove si è registrata "una debolezza generalizzata con andamenti differenziati" fra i vari settori produttivi: lo ha affermato Mario Venturi, direttore della sede di Firenze della Banca d'Italia, presentando alla stampa l'aggiornamento congiunturale del rapporto sull'economia della Toscana.

Nell'industria il sondaggio della Banca d'Italia su un campione di imprese con almeno 20 addetti segnala un lieve aumento del fatturato, cresciuto di più per le imprese medio-grandi grazie all'incremento dell'export, visto che settori come la pelletteria e la meccanica non sono stati toccati dall'indebolimento del commercio mondiale: per l'anno in corso le imprese hanno in larga misura confermato i piani di investimento formulati in primavera. L'attività nel terziario si è invece indebolita: il fatturato delle imprese intervistate è rimasto stazionario e gli investimenti sono previsti in calo.

"Le aspettative a breve termine formulate dalle imprese su fatturato e investimenti - afferma Bankitalia - prefigurano un'evoluzione più favorevole della congiuntura. Permangono tuttavia rischi al ribasso connessi con le recenti spinte protezionistiche. Nelle attese delle banche le condizioni di offerta dovrebbero restare accomodanti per le famiglie e migliorare progressivamente anche per le imprese".

I dati sono stati illustrati da Silvia Del Prete della divisione analisi e ricerca economica della Banca d’Italia 

Cover

Silvia Del Prete, divisione analisi e ricerca economica Banca d'Italia

Caricato Giovedì 21 Novembre 2019 in Economia | 44 visualizzazioni

Tags: Regione Toscana Economia Banca d'Italia

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione