Arezzo, sconfitta pesante e necessità assoluta di interventi della società

. Inserito in Visto dalla curva

Ancora una sconfitta. Certamente la gara di oggi è stata fortemente condizionata dall'espulsione di Bonaccorsi, ma non sono mancate ancora una volta insipienza tattica ed errori banali, come il fallo di Nader in occasione del secondo rigore

Il commento al primo Tempo di Paolo Galletti

Arezzo in cerca di punti scaccia crisi parte benissimo. Aggressivi e determinati, gli amaranto prendono di sorpresa il Carpi e dopo 5 minuti una bella percussione di Mosti mette Bortoletti in condizioni di battere a rete dal limite area piccola. Vantaggio che è  manna, ma dopo soli tre minuti provvede Bonaccorsi: il giocatore amaranto rimette tutto in salita con uno sciocco fallo da ultimo uomo su Biasci che lo aveva saltato netto. Rosso diretto e Arezzo in dieci. Maggioni scala a esterno basso e proprio lui mette il braccio al 19 su cross di Bayeye. Rigore indiscutibile e pareggio. Qui Potenza toglie Pesenti e inserisce Cipolletta. Non si passa più la metà campo e buon per noi che il Carpi preme, ma è evanescente negli ultimi 16 metri. Al riposo si va sul pari ma l'inerzia ora è tutta dalla parte dei biancorossi di casa.

Il commento al secondo Tempo di Paolo Galletti

Ancora una sconfitta. Certamente la gara di oggi è stata fortemente condizionata dall'espulsione di Bonaccorsi, ma non sono mancate anche oggi insipienza tattica ed errori banali, come il fallo di Nader in occasione del secondo rigore. Il fatto più grave è rappresentato dal crollo fisico dopo il 65' minuto. Squadra sulle gambe, Cutolo sfinito, in.mezzo nessuno con un'idea decente. Si va avanti sull'orgoglio, ma se e quando un non irresistibile Carpi verticalizza, i nostri fanno da paletti per gli inserimenti di Bellini (3-1) e Ferretti (4-1). Sconfitta pesante e necessità assoluta di interventi immediati della società.

Tags: S.S. Arezzo Carpi

Paolo Galletti

Paolo Galletti

Laurea in scienze politiche, da quando ha memoria ricorda solo il colore amaranto incitato sugli spalti di mezza Italia. Visceralmente legato alla maglia ed alla città si augura prima o poi di vedere accadere il miracolo sportivo che ancora non è mai avvenuto.