Le Vittime di Podere Rota su ampliamento discarica: "Film già visto, stanchi degli impegni disattesi della classe politica"

. Inserito in Politica

Lottano ormai da anni, fermi nella propria posizione per un unico grande obiettivo: chiudere la discarica di Podere Rota per difendere la propria salute

Il comitato "Vittime di Podere Rota" dopo le recenti notizie circa il possibile ampliamento del sito stesso ha voluto, nuovamente, prendere posizione con un comunicato apparso sul proprio profilo Facebook rimarcando, per l'ennesima volta dopo le tante manifestazioni già messe in atto, l'assoluta volontà di chiudere il tutto entro il 2021 come da più parti, in tempi non sospetti, è stato ventilato.

Ecco, di seguito, il comunicato del gruppo di cittadini:

"'Valdarno Pattumiera', altro che Valdarno Ambiente!!
Appena concluse le elezioni regionali, ecco l'uscita pubblica della nuova società 'Valdarno Ambiente' che annuncia l'ampliamento di 'Podere Rota', la Discarica di Terranuova Bracciolini.
Il comitato "Le Vittime di Podere Rota", è fermo nella sua risposta:
'Si tratta di un film già visto. Ennesimo ampliamento, nonostante le promesse, i comprovati impatti ambientali e i gravi disagi alla salute dei cittadini e a tutto il territorio! Siamo veramente stanchi degli impegni disattesi della classe politica!
Siamo al 2021 data prevista della chiusura della discarica e ne reclamiamo il rispetto!!'
'Ricordiamo che nella recente relazione, Arpat rimarca senza mezzi termini il peggioramento dell’inquinamento delle acque profonde e il non risolto problema dell’impatto odorigeno, ma per tutta risposta assistiamo invece alla nascita di una nuova (sic) società, avallata dal partito che ha vinto le elezioni regionali, che intraprende un percorso di ampliamento come unica soluzione alla gestione dei rifiuti!.
Questo è il fallimento della politica!', replica il comitato .
'Noi non accettiamo il silenzio dei sindaci della Vallata che devono ricordarsi degli impegni presi e lottare con noi per evitare qualsiasi forma di permanenza degli impianti dopo il 2021! Ci aspettiamo che i sindaci valdarnesi non si nascondano dietro la figura del Sindaco terranuovese” ma prendano posizione su questo nuovo scempio , anche nei confronti della regione e del Presidente Giani'
Il presidente Lisciandro afferma: 'Ancora una volta non conta l'ambiente e nemmeno la salute dei cittadini, si continua a speculare sull'emergenza rifiuti per giustificare l'ennesimo ampliamento che altro non è che una ghiotta occasione per fare soldi, mettendo con i soldi del disagio ambientale , a tacere cittadini e amministrazioni comunali; gli stessi che scendevano in strada con noi per manifestare contro la discarica. Cercheranno come è già successo di 'addolcire la pillola' con ennesimi buoni propositi e promesse, ma continuano come sempre con la solita politica di sfruttamento del nostro Valdarno, che ormai può chiamarsi sicuramente 'Valdarno Pattumiera', altro che 'Valdarno Ambiente'!
Il Comitato conclude:
'Stanno cercando di camuffare con un nome che riporta la parola Ambiente, la morte definitiva del nostro territorio, delle nostre speranze e della nostra salute, ma venderemo cara la nostra pelle e come sempre non staremo a guardare!'.
 
Il comitato 'Le Vittime di Podere Rota'".
 

Foto dal profilo Facebook del comitato

Tags: Podere Rota

Massimo Bagiardi

Massimo Bagiardi

Giornalista pubblicista da 20 anni ho da sempre curato la passione per lo sport e in particolare per la Sangiovannese calcio che seguo con passione ogni Domenica e in tutte le occasioni dal lontano 1989.

Amo la musica anni 80, ho creato e gestisco forzasangio.it sito che parla del magnifico mondo azzurro