Donne democratiche a Meoni: "Stanche di sentire proclami"

. Inserito in Politica

Le esternazioni del sindaco di Cortona Luciano Meoni sul turismo pubblicate da Arezzo 24, hanno fatto rumore: dopo la lettera aperta dei sindaci della Valdichiana, intervengono anche le Donne Democratiche della Valdichiana

"Egregio Sindaco Meoni,
Le Donne Democratiche della Valdichiana vogliono esprimere la loro totale contrarietà alle sue dichiarazioni ed entrando più nello specifico sono stanche di sentire proclami, leggere di corse verso mete quasi raggiunte mentre gli altri sono in affanno dietro, rigorosamente dietro, senza un orizzonte. Solo perché il suo orizzonte resta WE ARE CORTONA.
Abbiamo appreso da un audio che la collaborazione d’Ambito Turistico è solo un peso per il suo Comune poiché le altre città turistiche della Valdichiana, come sanguisughe, rubano idee ai cortonesi e vivono di luce riflessa.  Ci sembra un’osservazione poco gentile nei confronti dei suoi colleghi sindaci di ogni colore politico e degli operatori del turismo della vallata che, in questi anni, con spirito di collaborazione e sussidiarietà hanno contribuito a definire il “pacchetto turistico Valdichiana” ottenendo risultati di tutto rispetto.
Instancabili, le porgiamo le nostre domande – sempre 7 – che possono sembrare retoriche ma che non lo sono affatto perché nascono dall’esperienza professionale, dallo studio, dal confronto quotidiano sul campo con gli operatori e le Amministrazioni.
1) Può dirci chiaramente dove e quando Cortona è stata copiata dagli altri Comuni della Valdichiana?
2) Può quantificare il danno che gli altri Comuni hanno arrecato a Cortona da quando si progetta e si programma insieme?
3) Perché, se non ha mai creduto all’Ambito Turistico Valdichiana, non si è dimesso da Presidente appena è stato eletto Sindaco di Cortona?
4) E’ sicuro che con una politica al di fuori dall’Ambito Turistico si possa aumentare il numero dei giorni di permanenza nella sua città?
5) Cosa pensa di offrire di così unico e introvabile nella sua WE ARE CORTONA da far sì che tutti vengano solo a Cortona?  Sa che altri Comuni della Valdichiana confinano con Ambiti che possono fregiarsi di label assolutamente prestigiosi? UNESCO: le dice niente?
6)  Lo sa che forti di un Ambito Turistico è possibile fare accordi con altri distretti turistici italiani?  La Val d’Orcia (Valdichiana senese), ad esempio, ha stabilito un accordo con Langhe- Monferrato per confrontarsi e promuovere pacchetti turistici insieme. Forse c’era da promuovere la collaborazione con altri Ambiti limitrofi, invece di pensare di fare a meno persino del suo….
7) Per concludere, ci può dire a quali bandi parteciperà per promuovere il territorio di Cortona da solo? E’ sicuro che senza fare squadra, senza stakeholders al di fuori del territorio comunale potrà avere risultati?
Sindaco Meoni, La preghiamo di fare chiarezza una volta per tutte circa il suo ruolo: se vuole starci in questo Ambito sia coerente con lo spirito di collaborazione con i suoi partners, altrimenti faccia una scelta definitiva, che non condividiamo, ma abbia il coraggio delle sue dichiarazioni e azioni conseguenti e lasci lavorare gli altri sindaci con la serenità, la competenza e con i risultati fin qui conseguiti.
Non è tempo di giochetti, che sanno solo di sterile polemica contro la Regione Toscana e le sue politiche per il turismo,ma di rimboccarsi le maniche tutti insieme. Non dimentichi, Meoni, che anche il sindaco - proprio nella sua persona, la sua condotta, la sua capacità di inclusione e di empatia  - è un fattore che contribuisce all'immagina positiva di una città e alla sua capacità.  
Nel caso, comunque, decida di lasciare l’Ambito, le auguriamo buon cammino".

Donne Democratiche Valdichiana

Tags: Cortona Valdichiana Luciano Meoni Donne democratiche