1522, il numero verde per le donne vittime di violenza, Carlettini: "Nostro impegno non si ferma"

. Inserito in Attualità

L’assessore Carlettini: “continuiamo nel nostro impegno per una consapevolezza sempre più diffusa e per favorire l’emersione e il contrasto di questo fenomeno inaccettabile”.

“Non si ferma il nostro impegno contro la violenza sulle donne. L’anno appena trascorso ha visto il Comune di Arezzo protagonista di questa vera a propria lotta contro abusi e ignoranza, con l’organizzazione di una serie di eventi culminati nel mese di novembre in un programma ricco di incontri ed eventi, con lo scopo principale di tenere alta l’attenzione su questa che è senza dubbio una delle più gravi forme di violazione dei diritti umani basata sul genere. Continuiamo su questa strada, lavorando a campagne di informazione e sensibilizzazione, per una consapevolezza sempre maggiore e più diffusa di questo fenomeno inaccettabile e per favorirne l’emersione e il contrasto”. E’ il commento dell’assessore alle pari opportunità Giovanna Carlettini alla decisione presa dalla Giunta Ghinelli di dare avvio ad una serie di azioni volte a far conoscere il 1522, numero dedicato alle vittime di violenza, con l’attivazione di una campagna a sostegno del suo utilizzo al fine di raggiungere più donne possibile. Il numero di pubblica utilità verrà pubblicato sul sito del Comune di Arezzo: verrà inoltre chiesto agli enti privati e pubblici oltre che alle attività commerciali del territorio di attivarsi riportando sui loro scontrini fiscali e/o nel loro sito la frase “SE SEI VITTIMA DI VIOLENZA CHIAMA IL 1522”.

Il numero verde 1522, previsto dall’art. 12 della legge 23 aprile 2009, n. 38 (“misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori") e istituito con la funzione di servizio di prima assistenza psicologica e giuridica alle vittime di violenza, è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile. Ad esso rispondono operatrici dedicate al servizio che forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale ed inseriti nella mappatura ufficiale della Presidenza del Consiglio – Dipartimento Pari Opportunità. Il 1522, attraverso il supporto alle vittime, sostiene l’emersione della domanda di aiuto, con assoluta garanzia di anonimato.

Tags: Comune di Arezzo violenza di genere