Arezzo, a Pistoia per crescere ancora e andare verso la zona che conta

. Inserito in Visto dalla curva

Ancora Pistoia. Lì 6 mesi fa si concretizzò un bellissimo quarto posto che ci ha poi regalato le emozioni dei play-off da protagonisti. Lì si torna per cercare di ingranare la marcia giusta verso la zona che conta.

Le ultime, convincenti prestazioni, accompagnano di ottimismo il viaggio al “Melani” anche se mancherà Fabio Foglia e non sarà una cosa da poco considerato che l’otto stava esprimendosi a livelli dinamici e tecnici molto alti. Non dobbiamo però fermarci né avere alibi. La rosa è praticamente tutta a disposizione di Di Donato e sarebbe davvero il momento giusto per sfatare il tabù trasferta di questa stagione. Ci siamo andati vicinissimi almeno tre volte, ma una volta e mezzo l’arbitraggio (Crema e Siena) e una volta e mezzo i nostri limiti (Vercelli e sempre Siena) ci hanno impedito di tornare a casa con i tre punti. Nemmeno la sfida con gli arancioni sarà roba da prendere sottogamba.

Profondamente rinnovata, la Pistoiese che è stata affidata a Pancaro è una squadra tignosa che vince di rado, ma perde altrettanto sporadicamente. Mix di giovani ed esperti, come quasi ovunque si trova in categoria, la squadra di casa può esprimere prospetti di assoluto interesse come l’estremo difensore Pisseri (bravissimo contro il Monza)  e il baby viola Ferrarini. Si sta mettendo in buona luce l’attaccante macedone Stijepovic, fisicamente ben messo e dotato di velocità e tecnica eccellente è stato l’ispiratore della rimonta arancione a Busto Arsizio. Tra gli esperti, su tutti spicca l’ex Livorno Valiani (quello cui fece tunnel  Moscardelli prima del gol capolavoro da 40 metri nel derby coi labronici), un pistoiese doc che non molla mai nonostante l’età. Al centro dell’attacco Gucci, ex Pro Patria, già 4 gol nello score, è un tipo da tenere d’occhio. Pancaro schiererà presumibilmente i suoi con un 3.5.2 , formula tattica che pare consolidata dopo qualche esperimento iniziale. Troveremo quindi una mediana molto affollata e ci sarà da fare particolare attenzione alle distanze tra i reparti ed all’equilibrio per non offrire ripartenze.

L’Arezzo dovrebbe confermare quella che ormai pare diventata la squadra base. Davanti a Pissardo la linea di difesa con Luciani, Baldan, Borghini, Corrado. In mezzo Tassi sarà affiancato da Picchi. Il poker offensivo vedrà  in lizza Caso, Cutolo, Gori e Belloni. Panchina abbondante (mancano solo Nolan e Volpicelli) per eventuali cambi in corsa. Nelle dichiarazioni della vigilia in casa amaranto si respira voglia di impresa, la curva ci sarà (come sempre). Andiamo a crescere ancora.

Tags: S.S. Arezzo Pistoiese

Paolo Galletti

Paolo Galletti

Laurea in scienze politiche, da quando ha memoria ricorda solo il colore amaranto incitato sugli spalti di mezza Italia. Visceralmente legato alla maglia ed alla città si augura prima o poi di vedere accadere il miracolo sportivo che ancora non è mai avvenuto.