Turismo slow, una due giorni per potenziare i cammini dell'Italia Centrale - Audio

. Inserito in Viaggi e Turismo

In Toscana si stimano oltre 100.000 visitatori ogni anno sui percorsi di trekking storico-turistici e il numero dei camminatori registra un trend di incremento annuo del 10%

A questo settore del turismo "slow" e allo sviluppo delle potenzialità degli itinerari culturali delle Regioni dell'Italia centrale è dedicata la due giorni del 18 e 19 ottobre presso l'Abbazia di Spineto a Sarteano.

Obiettivo è la costruzione di un prodotto turistico complesso come il cammino, attraverso un percorso comune e condiviso: tra i presenti, anche i rappresentanti di Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Marche ed Umbria, assieme al ministro dell'agricoltura e del turismo Gian Marco Centinaio e al direttore dell'Enit Giovanni Bastianelli.

Cinque i cammini interregionali ‘pilota' individuati (Via Lauretana, Via degli Dei, I Cammini di Francesco, Via Matildica del Volto Santo, Via Clodia) e quattro ambiti operativi e strategici: manutenzione, accoglienza, promozione e governance, su cui tutti gli attori per ogni singolo cammino potranno confrontarsi per sviluppare una strategia comune.

 “Un'occasione – ha spiegato l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo - per costruire un prodotto turistico con caratteristiche omogenee, e proporre un turismo ‘lento', sostenibile, esperienziale che porta a scoprire, attraverso il cammino, i piccoli borghi del cuore dell'Italia

Cover

L'Assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo

Caricato Domenica 07 Ottobre 2018 in Viaggi e Turismo | 394 visualizzazioni

 

Tags: Turismo