La Chimera Nuoto archivia lo SwimMeeting di Bolzano al quarto posto

. Inserito in Sport

I trentadue nuotatori aretini hanno colto sei ori, otto argenti, tre bronzi e tanti positivi piazzamenti. L’evento ha visto la partecipazione di oltre settecento atleti di settanta società sportive e di nazionali

AREZZO – Una Chimera Nuoto da record si piazza al quarto posto nella classifica dello SwimMeeting di Bolzano. La manifestazione internazionale ha riunito oltre settecento atleti di settanta società sportive e di nazionali di tutti i continenti, compresi nuotatori e nuotatrici protagonisti ai recenti Mondiali di Fukuoka, configurando un contesto d’eccezione dove la società aretina è riuscita a emergere con sei ori, otto argenti, tre bronzi e tanti positivi piazzamenti. La ventisettesima edizione dello SwimMeeting ha rappresentato la prima gara stagionale per trentadue giovani atleti della Chimera Nuoto che, accompagnati dai tecnici Marco Licastro e Adriano Pacifici, hanno dimostrato la loro preparazione a confronto con coetanei da ogni parte del mondo, migliorando il quinto posto del 2022 e assestandosi ai piedi del podio.

Tra le grandi protagoniste dell’evento è rientrata Margherita Mattioli del 2011 che è riuscita a conquistare ben quattro ori, arrivando davanti a tutti nei 100 stile libero, nei 100 dorso, nei 100 farfalla e nei 50 stile libero. Un medagliere particolarmente ricco è stato conquistato anche da Tommaso Senesi del 2009 che si è piazzato primo nei 100 dorso, secondo nei 100 farfalla e nei 100 stile libero, e terzo nei 50 stile libero, mentre l’ultima vittoria è stata siglata da Alessio Menchetti del 2009 che ha trionfato nei 100 rana e che si è piazzato secondo nei 50 rana. Una doppia medaglia è stata festeggiata da Maria Sole Sacchetti del 2010 con due secondi posti nei 50 e nei 100 dorso, con un quarto posto nei 100 farfalla e con un settimo posto nei 100 stile libero, poi la gioia di salire sul podio è stata vissuta da Vittoria Ermini del 2010 (seconda nei 50 rana e quinta nei 100 rana), da Anna Viola Falchi dei 2010 (seconda nei 100 rana e quinta nei 50 rana), da Leonardo Pasquini del 2011 (secondo nei 100 rana, quarto nei 100 dorso e ottavo nei 100 farfalla), da Giusi Fiorucci del 2011 (terza nei 50 stile libero, quinta nei 100 stile libero e sesta nei 100 dorso) e da Eleonora Mazzeschi del 2008 (terza nei 100 rana e quarta nei 100 farfalla). Nella massima categoria degli Assoluti, a confronto con avversari delle nazionali, hanno ben figurato Gabriele Gambini del 2005 (ottavo nei 100 dorso) e Gaia Burzi del 2007 (nona nella gara dei 50 stile libero vinta dalla francese Charlotte Bonnet, già medagliata a Mondiali e Olimpiadi). Al quarto posto finale della Chimera Nuoto, inoltre, hanno contribuito i buoni piazzamenti di Riccardo Rosi del 2008 (quarto nei 100 dorso e nei 100 farfalla, e sesto nei 100 stile libero), di Simone Sandroni del 2010 (quarto nei 100 dorso, quinto nei 100 farfalla e ottavo nei 100 stile libero), di Leonardo Raffi del 2010 (sesto nei 100 rana), di Greta Viola Maraghini del 2011 (settima nei 100 stile libero) e di Natalia Mazzeschi del 2010 (nona nei 100 stile libero e nei 100 farfalla), oltre al quarto posto nella staffetta maschile 4x50 stile libero (con Gambini, Gabriele Mealli, Francesco Sassoli e Matteo Trojanis) e al sesto posto nella staffetta femminile 4x50 stile libero (con Burzi, Mattioli, Mazzeschi e Sofia Donati). A completare la squadra aretina in vasca allo SwimMeeting sono stati Jacopo Bartolini, Giulio Bracciali, Viola Calvo Pegna, Matteo Capanni, Fabio Ferrari, Gaia Formelli, Mattia Gambini, Tommaso Gepponi, Matteo Lucci, Lorenzo Menchetti, Sveva Pancini e Leonardo Rossi. La partecipazione allo SwimMeeting di Bolzano è stata arricchita dal conseguimento della qualificazione per i prossimi campionati italiani da parte di Tommaso Senesi nei 100 delfino, di Margherita Mattioli nei 100 delfino e di Gabriele Mealli nei 100 stile libero. «Lo SwimMeeting ha permesso ai nostri ragazzi di mettersi alla prova in un contesto internazionale - spiega Marco Magara, presidente della Chimera Nuoto. - Il bilancio finale è particolarmente positivo con diciassette medaglie e con il quarto posto in classifica che conferma la qualità del nostro percorso di preparazione e la competitività della nostra squadra in diverse categorie».

Tags: Chimera Nuoto