La Chimera Nuoto ha iniziato il 2022 alla prova federale di Poggibonsi

. Inserito in Sport

I venti atleti della società aretina scesi in vasca hanno centrato quattro secondi posti e tre terzi posti. La manifestazione ha rappresentato un utile banco di prova in vista dei Campionati Regionali Indoor.

La nuova stagione sportiva della Chimera Nuoto ha preso il via a Poggibonsi. Venti atleti del palazzetto del nuoto di Arezzo e della piscina comunale di Foiano della Chiana sono scesi in vasca in una prova federale propedeutica ai prossimi Campionati Regionali Indoor dove hanno goduto dell’opportunità di misurarsi con avversari di sei società delle provincie di Siena e di Firenze. La squadra della Chimera Nuoto, accompagnata dal tecnico Marco Licastro, ha gareggiato nella categoria Unica e ha colto quattro secondi posti, tre terzi posti e altre buone prestazioni cronometriche che certificano la bontà del percorso di preparazione impostato negli ultimi mesi.

Tra i protagonisti della prova è rientrato Gabriele Gambini del 2007 che si è piazzato sul secondo gradino del podio nei 100 dorso e negli 800 stile libero, chiudendo poi al sesto posto i 50 stile libero. Un secondo posto è arrivato anche nei 400 misti con Eleonora Mazzeschi del 2008 che ha arricchito la sua prestazione con un settimo posto nei 200 misti, mentre Sergio Sodi del 2007 si è piazzato secondo nei 200 rana e sesto negli 800 stile libero. I tre terzi posti sono merito di Andrea Banelli del 2005 nei 200 rana (arrivato anche ottavo nei 50 rana), di Fabio Ferrari del 2006 nei 200 misti e di Giuditta Rachini del 2003 nei 100 farfalla, poi nel gruppo della Chimera Nuoto hanno ben figurato anche Francesco Rotondo del 2003 (quinto nei 50 rana), Gaia Burzi del 2007 (sesta negli 800 stile libero e settima nei 50 stile libero), Viola Calvo Pegna del 2007 (sesta nei 100 farfalla) e Matteo Meacci del 2005 (nono nei 50 stile libero). «I nostri giovani nuotatori - commenta Licastro, - sono scesi in vasca nella categoria Unica dove si sono misurati anche con avversari più esperti e più grandi, riuscendo comunque a raggiungere buoni piazzamenti. In questo momento siamo nel cuore della preparazione in vista dei Campionati Regionali Indoor di febbraio e, dunque, questo test ha rappresentato un buon banco di prova per certificare il nostro attuale livello».

Tags: Chimera Nuoto