Badia Prataglia, torna il Trail Sacred Forests Ar24Tv

. Inserito in Sport

Il 23 maggio 2021 torna a Badia Prataglia il Trail Sacred Forests con una settima edizione che non sarà facilmente dimenticata

Dopo aver saltato l’edizione del 2020, in questo 2021 ancora funestato dalla pandemia, la manifestazione promossa ed organizzata dal Gruppo Sportivo di Badia Prataglia, è come un tuffo nel futuro, il manifesto di una ripresa tanto sperata quanto faticosa da raggiungere.

Eppure il cuore c’è, grande e generoso, quello di un gruppo di giovani che ha deciso di andare oltre la manifestazione sportiva e far parlare un’intera comunità di montagna con le parole della speranza.

E poter ripartire oggi non è cosa da poco, è un atto di coraggio che gli occhi, al di là delle mascherine, esprimono con fierezza.

Simone Acciai neo rieletto Presidente dei giovani del Gruppo Sportivo commenta: “Sappiamo che la responsabilità è tanta, sappiamo che in questo momento tutto diventa difficile, ma noi vogliamo andare oltre. Il trail di Badia, anche dopo il grande successo del mondiale del 2017, si sta confermando sempre di più nel panorama nazionale ed internazionale. Per questo non volevamo rinunciarvi, al contrario la nostra intenzione è quella di fare di questa edizione un’edizione speciale per dare un messaggio di ripresa e di speranza che possa partire proprio dalla unicità delle nostre foreste e dalla loro sacralità. Siamo fiduciosi”.

L’appuntamento del 23 maggio, valido per il circuito Valli Aretine Ultra Trail Cup, sarà inserito nel calendario nazionale Csi, il che significa che sarà possibile partecipare anche provenendo da fuori regione.

I ragazzi conoscono le grandi responsabilità che ci sono dietro un’edizione del genere ma garantiscono: “La gestione della gara sarà fatta curando al massimo il fattore salute pubblica, applicando tutti i protocolli sanitari”.

E’ facile raccontare questo percorso dal punto di vista sportivo, meno facile farlo da quello umano. I giovani del gruppo sportivo si stanno preparando per una grande prova, gestendo un’associazione di 50 soci e 100 volontari chiamati a raccolta per l’occasione, prendendosi sulle spalle più oneri che onori, che sono quelli che tengono uniti, ma che adesso pesano come macigni.

Simone come Presidente tiene uniti tutti con una grande forza e una pulizia interiore invidiabili. La meta è vicina, ma tutto il gruppo sta lavorando ormai da tanto tempo per arrivare “pronti a tutto” per il 23 maggio.

Come spiegano Leonardo Rosini e Alessio Ciampelli: “Questa edizione non sarà una manifestazione come un’altra, ma un modo per riportare il nostro paese ad avere la centralità che merita non solo nel contesto della vallata ma anche oltre. Badia Prataglia merita una nuova Primavera, per usare una metafora, un nuovo rilancio. Crediamo che il trail possa essere uno dei mezzi per farlo perché unisce lo sport e quindi la salute alla natura, la nostra che è unica”. 

Se il coraggio è il termometro della ricchezza interiore di una persona, questi giovani sono ricchissimi ma soprattutto sono il volto del domani e questo è l’aspetto davvero grande di questa nuova edizione del trail. Il resto è sport.  

Ci saranno sicuramente lo spettacolo e la fatica, la vittoria e la fisicità. Tre le distanze previste: il Long Trail è di 50 km per 3.000 metri di dislivello, il percorso medio misura 24 km per 1.500 metri e il corto è di 14 km per 800 metri.

La cosa straordinaria rimane la cornice poiché tutti i tracciati sono disegnati all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, del Monte Falterona e Campigna, lungo il confine tra Toscana ed Emilia Romagna, un luogo di straordinaria potenza evocativa e di magia. Il centro di tutto sarà sempre Badia Prataglia, frazione del comune di Poppi dove tutto sembra possibile, anche un sogno ad occhi aperti in mezzo al nulla dei nostri giorni.

Ci saranno grandi ritorni come Donatello Rota vincitore dell’edizione del 2019 ma anche il vice campione del mondo lo spagnolo Christopher Clemente. Gli scritti attesi sono tantissimi, ovvero 600, ma chissà, grazie al G.S Badia Prataglia possiamo immaginare anche tanto di più.

Per informazioni: Asd Badia Prataglia, www.trailsacredforests.com, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tags: Badia Prataglia EF-B Trail Sacred Forests

Rossana Farini

Rossana Farini

Dal Casentino con stupore... o almeno ci provo.
Giornalista pubblicista da oltre vent'anni, insegnante di "Philophy for children and for community", copywriter e una passione bruciante per la lettura e le storie delle persone.