Massimo Salvadori incontra gli abitanti di Badicorte per parlare di sicurezza e spazi pubblici

. Inserito in Speciale Elezioni 2019

Ascolto e condivisione. Sono questi i valori alla base degli incontri che Massimo Salvadori, candidato sindaco alle prossime amministrative di Marciano della Chiana, sta tenendo nei punti nevralgici del territorio comunale a cui si rivolge.

Dopo la presentazione ufficiale di venerdì scorso alla torre di Marciano, martedì 7 maggio alle ore 21, i dodici rappresentanti della lista civica “Si cambia! con Salvadori” incontreranno a Badicorte, nell’area adiacente al Tabacchi, gli abitanti della zona. Un appuntamento che permetterà ai candidati di presentarsi, di illustrare i punti salienti del proprio programma elettorale e di ascoltare le istanze e le esigenze della popolazione locale.

“Uno dei valori fondanti della nostra piattaforma programmatica è la dimensione di continuo scambio con i cittadini- spiega il candidato sindaco Massimo Salvadori.- Ciò che noi cerchiamo di proporre è infatti una visione per tutti e non per pochi con attività che coinvolgano direttamente gli abitanti della varie zone del comune di Marciano. Gli incontri che stiamo organizzando permettono infatti ai cittadini di analizzare nei dettagli le nostre proposte e di esporci, al tempo stesso, i loro bisogni e le loro richieste, con i quali integreremo l’offerta dei nostri servizi per salvaguardare al meglio la totalità del territorio.”

Molte le tematiche all’ordine del giorno nell’incontro in programma a Badicorte. Verrà toccato l’argomento della sicurezza, uno dei punti centrali del programma di Salvadori: presidiare il territorio attraverso la collocazione di telecamere in alcuni luoghi strategici e la revisione dell’illuminazione pubblica, e migliorare la sicurezza viaria in ingresso e in uscita sono soltanto alcune delle proposte della lista “Si cambia! con Salvadori”. Parlando nello specifico di Badicorte, verrà affrontata le questioni della viabilità verso la chiesa, dello stato degli edifici comunali come quello dell’asilo, e della carenza di spazi dedicati al verde pubblico.

Tags: Marciano della Chiana