Ceccarelli: "Due Mari, interamente finanziato il tratto aretino"

. Inserito in Politica

"Quelle di ieri sera ad Arezzo non sono promesse elettorali ma fatti concreti. Grazie a questo Governo e all'impegno del ministro De Micheli abbiamo ottenuto quello che ci era stato tolto dal precedente governo. Quasi un miliardo di finanziamenti per realizzare il tratto aretino della Due Mari, fino all'innesto con la E45". Con queste parole l'assessore alle infrastrutture della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli commenta quanto annunciato ieri dal ministro dei trasporti, ovvero il piano "Toscana Veloce" che rende disponibili 10 miliardi di risorse per le infrastrutture stradali, ferroviarie, porti, trasporto locale e ciclovie della regione

Per quanto riguarda la provincia di Arezzo, nel 2021 partirà il settimo lotto di lavori per 435 milioni, relativamente al tratto Ville Monterchi-Selci Lama e all'interconnessione con la E45. Nel 2022 sarà la volta del primo e del secondo lotto del nodo di Arezzo per ulteriori 427 milioni di euro. Un altro importante investimento infrastrutturale riguarda poi l'autostrada A1 con la realizzazione della terza corsia nel tratto Incisa-Valdarno per 368 milioni, con avvio lavori del secondo lotto Firenze Sud-Incisa nel 2021. Sul Ponte Buriano, confermati gli 11,4 milioni per la realizzazione vera e propria del nuovo ponte sull'Arno. Infine per la manutenzione delle strade provinciali di Arezzo sono stati già stanziati 9,5 milioni e per le ciclovie urbane 352mila euro.

"Oltre alle risorse per la Due Mari", conclude Ceccarelli, "ricordiamo anche che, grazie all'impegno profuso dalla Regione, erano stati resi disponibili 8 milioni per la progettazione, a cura di Anas. In più, la Due Mari è stata inserita tra le opere che saranno gestite da commissari ad hoc, con ovvie e maggiori garanzie di celere realizzazione".

Tags: Regione Toscana Mobilità Ponte Buriano Vincenzo Ceccarelli Due Mari E45 elezioni regionali infrastrutture