Dermatologia Arezzo, donato dal Calcit nuovo software per il dermatoscopio digitale

. Inserito in Sanità

Il total body kit fotografico, donato dal Calcit, permetterà di migliorare la diagnostica dei melanomi ed individuare con maggior precisione le lesioni da monitorare o asportare.

Continua la ventennale collaborazione tra Calcit e la U.O Dermatologia del San Donato che si rinnova con la donazione di un nuovo software di ultima generazione per il dermatoscopio digitale. Uno strumento all'avanguardia che permetterà di rilevare immagini cliniche a maggior risoluzione ed acquisirle grazie alla macchina fotografica di cui è correlato.
"Mi preme ringraziare il Calcit-commenta il primario di dermatologia Antonio Castelli-che ha contribuito a questa donazione per noi molto importante, il continuo aggiornamento dei nostri macchinari permette di offrire ai pazienti una risposta sempre più immediata e precisa. Inoltre, l'apparato, sarà anche utilizzato nell'ambulatorio di follow up dei pazienti già operati da melanoma poiché questi presentano maggior rischio di ricaduta ".
" Il modulo permette di correlare l'immagine demoscopica all'immagine clinica delle lesioni presente sul paziente ed è particolarmente utile per individuare quelle da asportare o monitorare, soprattutto in quei soggetti che presentano molti nevi da tenere sotto controllo- specifica il dottor Marco Menchini demartologo specialista ambulatoriale- in questo modo faciliterà anche il successivo ed eventuale intervento del chirurgo". " In un periodo in cui molte energie sono ancora spese per contenere la pandemia- commenta il Presidente del Calcit Sassoli- il Calcit vuole continuare a sostenere quei reparti fondamentali per la prevenzione oncologica, e la diagnosi precoce. Nel caso della dermatologia il costante aggiornamento delle strumentazioni tecnologiche è strategico per favorire tutto questo".

Tags: Calcit Asl Toscana sud est dermatologia dermatologia arezzo