Tablet e computer per essere più vicini ai pazienti: la donazione della ditta Morini ai team Usca

. Inserito in Sanità

I team USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) in questi mesi hanno rappresentano la prima linea sul territorio di contrasto alla pandemia e di assistenza domiciliare alle persone contagiate dal Covid-19.

Un lavoro importantissimo, utile e molto apprezzato dagli stessi pazienti.

Il loro lavoro ha permesso di curare a casa centinaia di persone.

La ditta Morini, azienda aretina specializzata in attrezzature alberghiere che da oltre 80 anni è presente nel settore, proprio per sostenere questo impegno, ha deciso di donare strumentazioni elettroniche e arredi da ufficio alla centrale di lavoro delle USCA di via Guadagnoli ad Arezzo.

Tre tablet, un pc portatile ma anche scrivania e sedie per allestire un ufficio più funzionale ed accogliente per i medici e gli infermieri che lavorano con USCA.

“E’ con grande piacere, afferma Evaristo Giglio Direttore del Distretto Sanitario di Arezzo, che abbiamo accolto questo gesto dell’azienda Morini, che ringrazio personalmente.

Aldilà dell’utilità fondamentale di questa strumentazione, il significato ed il valore che riveste questa donazione è alto; ci fa sentire più vicini alla comunità e, anche, questi giovani medici ed infermieri che da mesi lavorano ininterrottamente in USCA andando direttamente nelle case dei pazienti si sentono apprezzati. Anche se i numeri dei contagi in queste settimane sono calati, conclude il direttore Evaristo Giglio, è importante continuare a rispettare le regole ed essere attenti e prudenti. Le USCA continueranno ad operare anche in questi periodi di festività ed è proprio grazie a gesti come questi che saremo ancora più motivati.”

“In questi mesi, dichiara Cesare Morini dirigente dell’azienda, abbiamo avuto modo di renderci conto del grande lavoro dei medici e degli infermieri delle USCA. Sono stati disponibili e molto professionali. Si sono presi cura di tante persone. Il nostro gesto è un modo per ringraziarli e sostenerli concretamente.”

Tags: Azienda Usl Toscana Sud Est Morini Coronavirus Asl Tse