Coronavirus, muore casentinese di 67 anni. 5 nuovi casi ad Arezzo, 3 in provincia

. Inserito in Sanità

Non ce l'ha fatta un uomo di 67 anni residente a Castel Focognano. In città si ammala bimba di 3 anni. Nuovi casi a Terranuova Bracciolini, Bibbiena e Civitella in Valdichiana. In isolamento altre 21 persone, 10 ricoverati in Malattie infettive, 4 in Terapia intensiva del San Donato di Arezzo

La situazione dalle ore 14 del giorno 26 settembre alle ore 14 del giorno 27 settembre 2020 relativa alla diffusione del COVID, evidenzia nella provincia di Arezzo 8 nuovi casi.

PROVINCIA AREZZO (8 nuovi casi)
Comune di sorveglianza Arezzo
Bambina di 3 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, paucisintomatica.
Uomo di 51 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatico
Donna di 61 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, paucisintomatica
Donna di 48 anni già in isolamento domiciliare in quanto sintomatica
Uomo di 50 anni già in isolamento domiciliare in quanto rientrato dalla Sardegna, asintomatico
Comune di sorveglianza Terranuova Bracciolini
Ragazzo di 15 anni già in isolamento domiciliare in quanto sintomatico. Ambito scolastico extra asl
Comune di sorveglianza Bibbiena
Ragazzo di 18 anni già in isolamento domiciliare, asintomatico, esito rilevato tramite screening
Comune di sorveglianza Civitella in Val di Chiana
Ragazzo di 10 anni già in isolamento domiciliare in quanto rientrato dal Marocco, sintomatico
Il Dipartimento di Prevenzione, in considerazione dei casi emersi, ha intensificato l’attività di tracciamento dei contatti stretti. Tale attività ha evidenziato per il momento, 21 contatti per i casi di Arezzo che sono già stati immediatamente posti in isolamento. Al momento la Asl Toscana sud est ha 554 positivi in carico. Ci sono 10 ricoverati presso le Malattie infettive e 4 in Terapia intensiva dell’Ospedale San Donato di Arezzo. L’identificazione dei casi ed il tracciamento dei contatti à stato possibile attraverso l’effettuazione di 1.642 tamponi.
Si segnala inoltre un decesso in terapia intensiva ad Arezzo. Si tratta di un paziente uomo di 67 anni che era in trattamento con Immunosoppressori. Quadro clinico complesso.

I numeri del bollettino quotidiano della Regione Toscana:

Su  7.541 tamponi analizzati  nelle ultime ventiquattro ore (723.653 dall’inizio dell’epidemia per 486.576 soggetti) sono 101 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Toscana.  Il bollettino quotidiano della Regione, chiuso a mezzogiorno sulla base delle richieste  della Protezione civile nazionale, fotografa l’andamento dell’epidemia, che segna un aumento dei contagiati dello 0,7 per cento. Quarantacinque dei nuovi casi sono stati identificati in corso di tracciamento sulla base di un sospetto diagnostico, cinquantasei da attività di screening. Da febbraio sale dunque a 14.566 il numero dei contagiati nella regione, ma a soffrire ancora la malattia sono solo 3.407 (+2,04 per cento rispetto a ieri).  In 10.002 sono infatti guariti (il 68,7 per cento dei casi totali, 21 in più nell’ultimo giorno pari allo 0,2 per cento). Tra chi rimane positivo, 105 sono i ricoverati in ospedale (tre in meno rispetto a ieri), di cui 23 in terapia intensiva (uno in meno), mentre in 3.302 sono in quarantena a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano privi addirittura di sintomi (83 in più rispetto a ieri, più 2,6%). Oggi non si registrano nuovi decessi, che da febbraio sono stati complessivamente 1.157.   

L'età media dei 101 casi di oggi – 31 Asl Centro, 47 Nord Ovest, 23 Sude Est -  è di 40 anni circa (il 26% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 25% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 4% ha 80 anni o più); per quanto riguarda gli stati clinici, il 75% è risultato asintomatico e il 16% pauci-sintomatico. Un caso è ricollegabile a rientri dall'estero, un altro a a rientri da regioni italiane (Sardegna). Uno su due, il 53 per cento, costituisce un contatto collegato a un precedente caso.

In base alla provincia di residenza o domicilio da febbraio ad oggi sono 4.233 i casi complessivamente segnalati a Firenze (23 in più rispetto a ieri), 857 a Prato (2 in più), 1.015 a Pistoia (6 in più), 1.526 a Massa (7 in più), 1.794 a Lucca (6 in più), 1.512 a Pisa (20 in più), 723 a Livorno (14 in più), 1.147 ad Arezzo (11 in più), 617 a Siena (11 in più), 596 a Grosseto (1 in più). Sono 546 i casi positivi notificati in Toscana di residenti in altre regioni.

La Toscana si conferma al decimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 391  per 100 mila abitanti (media italiana circa 510  per 100 mila, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 783 casi  per 100 mila abitanti, Lucca con 463 e Firenze con 419, la più bassa Livorno con 216.

I ricoverati nei reparti Covid degli ospedali, 105 ad oggi, sono diminuiti del 2,8 per cento da ieri: in calo anche le presenze in terapia intensiva, che sono ventitré (meno 4,2 per cento).  In quarantena a casa, malati ma che non necessita di cure ospedaliere,  si trovano 3.302 persone. Non malate, ma anch’esse isolate precauzionalmente e in sorveglianza attiva, sono in 6.271: 71 in meno rispetto a ieri, meno 1,1 per cento. Si tratta di chi ha avuto contatti con persone contagiate: 2.161 nell’Asl Centro, 3.383 nell’Asl Nord Ovest, 727 nella Sud Est.   Dei 10.002 guariti,  224 lo sono  clinicamente (stabili rispetto a ieri), divenuti asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione, mentre 9.778 (21 in più rispetto a ieri) lo sono a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali dichiarate dopo un doppio tampone negativo.

Oggi non si registrano nuovi decessi. Restano quindi 1.157 i morti dall'inizio dell'epidemia: 419 a Firenze, 54 a Prato, 81 a Pistoia, 178 a Massa Carrara, 149 a Lucca, 94 a Pisa, 65 a Livorno, 51 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 31 per 100 mila residenti contro il 59,3 per 100 mila della media italiana.  La Toscana è undicesima. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (91,3 per 100 mila), a Firenze (41,4 per 100 mila) e a Lucca (38,4 per 100 mila), mentre il più basso è  Grosseto (11,3 per 100 mila).

Tags: Coronavirus

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione