Ex paziente lombardo dimesso dal San Donato, il medico: "Non la finiva più di ringraziarci"

. Inserito in Sanità

Dalla Lombardia ad Arezzo con una grave forma di polmonite, COVID negativo, e con insufficienza renale. Entrato in Nefrologia al San Donato 25 giorni fa, ieri è stato dimesso e è tornato a casa. La buona notizia riguarda un uomo di 61 anni, residente nella zona di Voghera.

Dopo aver fatto 20 giorni di ospedale vicino a casa, è stato trasferito per lasciare posto ai malati COVID. La Regione Lombardia e la Regione Toscana hanno trovato l'accordo affinché l'uomo venisse ricoverato ad Arezzo.

"È arrivato da noi in condizioni gravi", dice il direttore della Nefrologia, il Dott. Paolo Conti, "un paziente molto complesso, trattato per insufficienza renale e polmonite. In queste settimane di ricovero, siamo riusciti a rimetterlo in piedi, anche se ovviamente è provato dalla lunga degenza, in totale circa 40 giorni. Dovrà fare attività di riabilitazione, ma è guarito. Ieri lo abbiamo dimesso: non la finiva più di ringraziarci, ma per noi la cosa più bella è stato poterlo dimettere".

Tags: Asl Toscana sud est Ospedale San Donato