Nato ad Arezzo con organi fuori posto, bimbo salvato da équipe di Siena in collaborazione con il San Donato

. Inserito in Sanità

Un intervento complesso e tra i pochi in Italia, effettuato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, ha salvato un bambino nato al San Donato di Arezzo con gli organi addominali nel torace a causa di un'ernia diaframmatica.

Il delicato intervento è stato effettuato dall'équipe di Chirurgia pediatrica, diretta dal professor Mario Messina, in collaborazione con l'ospedale San Donato di Arezzo dove è nato il bambino.

"Appena nato - spiega il professor Messina - i colleghi di Arezzo si sono subito resi conto del problema e si sono attivati per stabilizzare il distress respiratorio del bambino, mettere in sicurezza il piccolo e organizzare il trasferimento a Siena". Poi "il neonato - prosegue Messina - è stato operato in toracoscopia, una procedura chirurgica mininvasiva che con tre fori nell'addome, due da 3 millimetri e uno da 5 millimetri, ha permesso di riposizionare gli organi interni, in particolare spostando dal torace il colon e l'intestino e mettendoli al loro posto nell'addome, e di chiudere l'ernia diaframmatica che metteva in collegamento il torace con l'addome".

L'intervento è stato eseguito dal professor Francesco Molinaro con la dottoressa Rossella Angotti, insieme all'anestesista Tommaso Bacconi e agli infermieri Roberta Piazzi e Angelo De Lucia, con tutto il personale di sala operatoria.

Nella foto: il prof. Mario Messina

Tags: Ospedale San Donato Azienda Usl Toscana Sud Est Le Scotte

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione