“Mai più fascismi”, Giani: “La piazza di oggi presidio di democrazia e libertà”. La delegazione toscana

. Inserito in Regione Toscana

Alla manifestazione “Mai più fascismi” organizzata da Cgil, Cisl e Uil in corso ora a Roma, partecipano l’assessora al lavoro e alla cultura della memoria Alessandra Nardini, l’assessora Serena Spinelli e il consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente Giani, Valerio Fabiani.

La piazza piena di oggi è un messaggio chiaro: la libertà, la Costituzione sono i valori fondanti della nostra democrazia, che tutti noi dobbiamo e vogliamo difendere con forza. E dalla Toscana, da sempre terra di diritti, in prima linea nella difesa delle diseguaglianze voglio che arrivi forte e chiaro il messaggio che questa è la parte giusta dalla quale dobbiamo stare. Ancora una volta voglio ribadire che nei confronti di tutti i movimenti politici che praticano il fascismo dobbiamo essere duri e far rispettare la Costituzione che ne prevede lo scioglimento. La piazza di oggi così piena e così viva è un presidio di democrazia, una democrazia che con fatica il nostro Paese ha conquistato sconfiggendo il fascismo”.

Così il presidente della Regione Eugenio Giani commentando la manifestazione “Mai più fascismi” organizzata da Cgil, Cisl e Uil in corso ora a Roma e alla quale partecipa in rappresentanza della Regione l’assessora al lavoro e alla cultura della memoria Alessandra Nardini che è in piazza San Giovanni col Gonfalone della Toscana. Presente anche l’assessora Serena Spinelli e il consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente Giani, Valerio Fabiani.

Siamo in tantissimi – ha aggiunto Alessandra Nardini - c’è tantissimo popolo qui oggi perché le aggressioni e le intimidazioni non fermano la libertà e la democrazia. I sindacati – ha ribadito Nardini - svolgono un ruolo fondamentale per la nostra democrazia e per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e quindi vanno respinte con chiarezza e fermezza. E’ un onore per me oggi poter rappresentare la Toscana che ha proprio nel Gonfalone il Pegaso alato che fu del Comitato Toscana di Liberazione nazionale: la Toscana affonda le proprie radici nei valori dell' antifascismo e della Resistenza. Diciamo forte e chiaro no ai rigurgiti e alla violenza Nel nostro Paese e in Toscana non c’è spazio per chi si rifà al periodo più buio della storia. I movimenti neofascisti e neonazisti vanno sciolti”.

Il Gruppo Pd della Toscana alla manifestazione “Mai Più fascismi”.

Anche il Gruppo Pd della Toscana ha aderito alla manifestazione “Mai più fascismi” in programma oggi a Roma. “Abbiamo ritenuto che sia una assoluta priorità per le istituzioni democratiche e per le forze politiche, ad ogni livello e di ogni schieramento, essere qui oggi per ribadire con convinzione la netta condanna delle azioni violente che hanno caratterizzato gli eventi dei giorni scorsi e per riaffermare la necessità che lo Stato intervenga e faccia rispettare le leggi, senza fare sconti, soprattutto quando ci si trova di fronte ad eventi di chiara matrice neo-fascista”. Con queste parole il capogruppo Pd in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli motiva la decisione del Gruppo Pd Toscana. “Tutte le forme di violenza devono essere combattute, ma la storia della nostra Repubblica, nata proprio dalla lotta contro la barbarie del nazismo e del fascismo, ci induce a contrastare sul nascere ogni forma di aggregazione politiche che a quelle ideologie si ispiri. Per questo, nei giorni scorsi, abbiamo presentato una mozione in Consiglio Regionale, nella quale si chiede che Governo e Parlamento, nel rispetto della Costituzione e delle leggi vigenti, alla luce di quanto accaduto, proceda allo scioglimento di Forza Nuova e di tutti i movimenti politici di chiara ispirazione nazi-fascista".

Credito fotografico: Tgr

Tags: Eugenio Giani CGIL CISL UIL Roma manifestazione