Toscana zona gialla per la quinta settimana consecutiva. Preoccupa la movida del weekend - Audio

Appelli alla responsabilità da Eugenio Giani e Alessandro Ghinelli

. Inserito in Regione Toscana

Conferma della zona gialla per la Toscana, ma a preoccupare è il week end che si annuncia caldo sul fronte movida anche ad Arezzo. Lo scorso fine settimana solo due sanzioni, ma in molti non prestano attenzione a distanziamento e dpi

"Ho appena parlato con il Ministro Roberto Speranza, abbiamo concertato che resteremo per la quinta settimana consecutiva in zona gialla, una bella notizia per tutti noi!". Lo dichiara il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

In merito alla movida, per molti tra le cause dell'aumento dei contagi, Giani non colpevolizza solo i giovani:

"Evitiamo discorsi paternalistici, invito tutti coloro che vivono la nostra comunità, la nostra società, ad avere comportamenti virtuosi: distanziamento, mascherina, igiene delle mani, ricerca di stare in luoghi in cui il contatto non si manifesta. Non dimentichiamoci che siamo all'inizio di febbraio: l'anno scorso il coronavirus fu rapidissimo proprio in questo periodo". E poi: " Non abbassiamo la guardia, dobbiamo limitare il più possibile i contagi. Continuiamo a portare la mascherina, tenere le distanze, igienizzarsi spesso le mani ed evitare assembramenti. Restarci dipende da ciascuno di noi, manteniamo tutti insieme la #ToscanasiCura. Ho appena parlato con il Ministro Roberto Speranza, abbiamo concertato che resteremo per la quinta settimana consecutiva in zona gialla, una bella notizia per tutti noi! Un risultato che dimostra la responsabilità e gli sforzi fatti in queste settimane, ma non abbassiamo la guardia. Senza distanziamento, mascherine sempre indossate e igiene delle mani, i contagi potrebbero portarci dal 15 febbraio in zona arancione. Come Regione siamo impegnati al massimo per la campagna di vaccinazione". "Entriamo in una fase in cui è necessario avere molta attenzione, molta cautela, la battaglia si vince tutti insieme, attraverso il comportamento responsabile di ciascuno. Negli ultimi giorni abbiamo riscontrato un aumento dei contagi, dobbiamo frenarlo attraverso i comportamenti individuali", raccomanda il presidente della Regione Toscana 

Cover

Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana

Caricato Sabato 06 Febbraio 2021 in Regione Toscana | 243 visualizzazioni

 

Ad Arezzo, dove in settimana è stata presa la decisione di sospendere la Fiera Antiquaria di febbraio con tentativo di organizzare l'edizione di marzo, fenomeni di aggregazione spontanea come la movida in centro il sabato e la domenica, diventano di complessa gestione. Su questo fronte, un richiamo alla responsabilità arriva anche dal sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli:

"Crescono i numeri dei contagi da covid 19 anche nel nostro territorio così come continuano ad aumentare i nuovi casi in Italia. Nonostante le chiusure stabilite per i pubblici esercizi, le limitazioni agli spostamenti, il "coprifuoco" da rispettare, con le penalizzazioni che tutto ciò comporta per la nostra vita e per la nostra economia, i segnali sono purtroppo quelli di una recrudescenza del virus. Una prospettiva che preoccupa e che richiama alla responsabilità di tutti affinché i nostri comportamenti prudenti e rispettosi delle regole consentano di contenere i livelli dei 21 parametri di valutazione dell'andamento dell'epidemia e della capacità dei sistemi sanitari di affrontarla, parametri in base ai quali viene definita la classificazione delle regioni nelle diverse zone. La Toscana, con un Rt pari a 0,98, si mantiene in zona gialla per un'altra settimana, ma è evidente la prossimità al limite che segna il passaggio ad una fascia più restrittiva".

La fase è molto delicata, tanto che c'è un comune, nella Toscana gialla, che si colora di rosso per decisione del presidente Eugenio Giani e del sindaco di Chiusi, in provincia di Siena, Juri Bettollini:

"Varianti al virus più aggressive e di rapida trasmissione sono state registrate al confine con la regione Umbria, nel comune di Chiusi, in provincia di Siena - spiega Giani - dove era scoppiato un focolaio partito da un asilo nido. Con il sindaco Juri Bettollini abbiamo concordato, in modo preventivo e precauzionale, le misure della zona rossa per una settimana all'interno del territorio municipale da domenica 7 a domenica 14 febbraio". Giani ha poi ricordato la partenza dello screening nelle scuole. "Da lunedì 8 febbraio - ha spiegato - tutto il personale potrà prenotare gratuitamente il proprio test antigenico con tampone sul portale prenotatampone.sanita.toscana.it inserendo il codice di prenotazione. I dirigenti scolastici possono accedere da subito al portale scuolesicure.sanita.toscana.it per generare i codici".

Tags: Regione Toscana Alessandro Ghinelli Eugenio Giani Coronavirus

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione