Ambiente, Arezzo, De Robertis: “Dalla Regione quasi 1 milione di euro per la difesa del suolo in provincia di Arezzo

. Inserito in Regione Toscana

Contributo per interventi e progettazioni dal Documento Operativo per la Difesa del Suolo 2020

Via libera dalla Regione al Documento Operativo per la Difesa del Suolo 2020. Per la provincia di Arezzo, quasi un milione di euro di contributo regionale per la realizzazione di interventi e progettazioni. Soddisfatta la Vicepresidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis.

“Ancora una volta – spiega – la Regione dimostra la massima attenzione alle esigenze di messa in sicurezza dal rischio idraulico e idrogeologico del nostro territorio, intervenendo con il suo strumento di programmazione annuale degli interventi attraverso l’erogazione di contributi per complessivi 994.958,04 euro, di cui 918.998,59 euro per la realizzazione di interventi nei comuni di Bibbiena, Chiusi della Verna e Loro Ciuffenna, e 75.959,45 euro per la progettazione di altri interventi nei comuni di Pratovecchio Stia e Laterina Pergine Valdarno”.

Per quanto riguarda gli interventi, erogato un contributo di 122.057,11 euro per la sistemazione della frana in adiacenza alla strada comunale di Terrossola, nel comune di Bibbiena (costo complessivo dell’intervento: 139.000 euro); di 450.000 euro per il primo lotto dei lavori di bonifica e consolidamento dei dissesti nell’area santuario de La Verna e località La Beccia, nel comune di Chiusi della Verna (contributo a totale copertura dei costi); di 346.941,48 euro per opere di mitigazione del rischio di crollo della falesia sormontante l’abitato de La Rocca,  nel comune di Loro Ciuffenna (contributo a totale copertura dei costi).

Per quanto riguarda le progettazioni, contributi di 20.959,45 euro al Comune di Pratovecchio Stia per la realizzazione delle indagini per la progettazione degli interventi di consolidamento della frana in località Ricessa, e di 55.000 euro al Genio Civile del Valdarno superiore per la progettazione dell’intervento di riduzione del rischio idraulico della Piana di Laterina e Pergine Valdarno.

“In questa legislatura  - conclude De Robertis – siamo riusciti a garantire, con documenti operativi annuali, continuità al finanziamento degli interventi necessari a rafforzare la sicurezza idraulica e idrogeologica del nostro territorio. Molto c’è ancora da fare, ma la strada è quella giusta: programmazione certa, risorse certe, capacità di progettazione da parte di Regione, Genio Civile, Consorzi di Bonifica, Comuni”.

Tags: Ambiente Lucia De Robertis.