Ex scalo merci, Ferrovie dello Stato disponibile alla cessione. Ghinelli: "Decisione pesante"

. Inserito in Politica

Ex scalo merci e Public Library: ufficializzata dal gruppo Ferrovie dello Stato la disponibilità alla cessione dell'area. La soddisfazione del Sindaco Ghinelli: "Una decisione 'pesante' che conferma la credibilità del progetto bocciato da Regione Toscana. Andremo avanti per la sua realizzazione".

"La società FS Sistemi Urbani del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, che ha il compito di valorizzare il patrimonio del gruppo non funzionale all'esercizio ferroviario, ha formalizzato la propria disponibilità allo sviluppo del progetto di valorizzazione dell'area dell'ex scalo merci ed alla cessione dei terreni sui quale è prevista la realizzazione della nuova Public Library. Una decisione che conferma la bontà e credibilità di un progetto di rigenerazione urbana denominato "Terzo Luogo" nel quale il master plan redatto dall'ufficio urbanistica individua proprio la nuova Public Library quale elemento caratterizzante dell'intero progetto che è destinato a dare un volto nuovo ad una parte di città e che vedrà ridisegnati i propri perimetri e la propria urbanizzazione. All'indomani della decisione da parte di Regione Toscana di lasciare il progetto della Public Library di Arezzo fuori dal lotto dei dieci progetti di rigenerazione urbana selezionati per l'ammissione al programma europeo Fesr, la decisione di FS Sistemi Urbani ci dà ufficialmente il via libera per procedere alla sua realizzazione. Un'ottima notizia per la quale non posso che esprimere la più piena soddisfazione mia, dell'assessore agli interventi strategici Marco Sacchetti e dell'intera giunta". Così il sindaco Alessandro Ghinelli da notizia del via libera da parte di FS Sistemi Urbani sia allo sviluppo del progetto di valorizzazione dell'intera area che alla trattativa per la cessione dei terreni su cui dovrà sorgere a New Public Library, l'infrastruttura destinata a qualificare e proiettare la città in una dimensione europea secondo il concetto del 'terzo luogo', ovvero di un luogo dedicato al tempo libero, creativo e diffuso, un'opera destinata ad assumere non soltanto un valore sociale avanzato, ma anche a riqualificare e identificare un'intera area della città, quella appunto dell'ex scalo merci. "Siamo convinti che il nostro progetto corrisponda ad un'idea vincente e andremo avanti per la sua realizzazione, che rappresenterà un passo fondamentale verso la connotazione di Arezzo come città sostenibile", conclude il sindaco Ghinelli.

Tags: Alessandro Ghinelli ex scalo merci