Poti, Lucacci spinge ad "impegno straordinario"

. Inserito in Politica

Fratelli d'Italia Arezzo: "per Poti è necessario un impegno e un piano straordinario per consentire a chi ci lavora e vive di potersi sviluppare".

Su Poti interviene il presidente Provinciale di FdI e Capogruppo al comune di Arezzo Francesco Lucacci: "Troppo spesso, se si parla di Poti, si discute solo dell'ex stabilimento Fontemura o dell'albergo/colonia, ma Poti è molto di più. Ci sono aziende agricole, allevamenti, ci sono persone che ci vivono stabilmente e che a Poti, con tanta fatica, portano avanti un'economia di montagna fatta con tanto amore e cura per il territorio. A queste persone la burocrazia causa continui ritardi e problemi, anche per porre a ricovero il fieno per gli animali con strutture temporanee. Poti sarebbe adatta anche per apporre pale eoliche, ormai tutti hanno capito quanto ci serva l'energia, ma anche questo è stato impedito.
Si deve sapere conciliare l’impresa legittima e fare in modo che sia anche sinergica alla promozione agrituristica, ma va soddisfatta anche la urgente e non più rinviabile necessità di impianti per la produzione di energie rinnovabili, anche dove si investe nell’accoglienza e nella specializzazione agroalimentare, smettendo di dire no a tutto.
È ora di smetterla di parlare e basta, ma dobbiamo incontrare chi vive e opera a Poti, coloro che già investono e hanno investito sul territorio, e apportare le modifiche necessarie agli strumenti urbanistici per venire incontro alle loro esigenze, l'amministrazione deve prendersi l’impegno di dettagliare un comparto così importante per l’economia e la storia del nostro territorio, pensando alle nuove esigenze energetiche e ambientali. Infine, l'amministrazione deve sistemare le strade di comunicazione per Poti".

Tags: Poti FdI