Romizi: “Sull’inchiesta Coingas/Estra, il Pd assuma l’iniziativa politica”

. Inserito in Politica

In una nota, Francesco Romizi, capogruppo in consiglio comunale gruppo consiliare Arezzo 2020, per cambiare a sinistra, si chiede se "l’attuale presidenza di Estra sia quella giusta per gestire un’operazione di portata rilevante come la possibile multi-utility regionale dei servizi".

Francesco Romizi: “Risale a un mese fa, il comunicato a firma dei maggiori rappresentanti politici del Pd locale, in cui veniva chiesto di dimettersi a Franco Scortecci e Francesco Macrì, rispettivamente da amministratore unico di Coingas e da presidente di Estra. La lettura che veniva fatta dal Pd dell’inchiesta giudiziaria, entrata nella fase dibattimentale, era lucida, tanto che entrambi i citati non potevano esimersi dal gesto, sia per senso delle istituzioni sia per opportunità politica. Aggiungiamo un’ulteriore motivazione: l’attuale presidenza di Estra è quella giusta per gestire un’operazione di portata rilevante come la possibile multi-utility regionale dei servizi? È il momento di passare dalle parole ai fatti: nell’assemblea Coingas i sindaci sono in parte espressione del centrodestra e in parte del Partito democratico. Se dai primi mai ci sarà un’iniziativa in tale direzione, è inevitabile che deve partire dal secondo l’input politico affinché questi suoi referenti pongano all’ordine del giorno il tema delle dimissioni di Scortecci e Macrì. Crediamo che per ogni settimana che passa la questione diventi sempre più stringente”.

Tags: Francesco Romizi Arezzo 2020