Nidi e scuole dell'infanzia, il Comune di Arezzo paga assicurazione integrativa a carico delle famiglie

. Inserito in Politica

Inizia la scuola e con essa per le famiglie arrivano non soltanto una serie interminabile di impegni ma anche tante spese. Tra queste, quella per l’assicurazione scolastica integrativa, ovvero la polizza infortuni e responsabilità civile che completa l'assicurazione INAIL obbligatoria per tutti gli istituti scolastici. Spesa che quest'anno sarà risparmiata ai genitori delle bambine e dei bambini che frequentano i servizi comunali dell'infanzia: sarà infatti il Comune a sostenere la corresponsione della quota di assicurazione per tutti gli oltre 800 piccoli “studenti” degli asili nido e delle scuole dell'infanzia.

“Si tratta di un supplemento di assicurazione assai importante per far vivere la scuola in maggiore serenità alle famiglie, coprendo le bambine e i bambini da quegli infortuni che si possono verificare in tutte le altre situazioni che non sono legate strettamente alla didattica”, commenta il vicesindaco e assessore alla scuola Lucia Tanti. “In considerazione di ciò, e nella convinzione che questo tipo di tutela debba essere garantita a tutti i piccoli e ai loro genitori, la Giunta ha deliberato di 'regalare' questa integrazione di sicurezza a tutte le famiglie, facendosi carico del costo della polizza per l'anno scolastico che sta per cominciare. Ancora una scelta dettata dalla volontà di sostenere le famiglie e prestare la massima attenzione alla sicurezza nelle scuole”, conclude il vicesindaco.

Tags: Lucia Tanti Comune di Arezzo asili nido