Arezzo 2020: "Bene il distretto socio-sanitario di Arezzo, ora serve un distretto forte"

. Inserito in Politica

I Sindaci dei territori interessati hanno espresso parere favorevole alla revisione del distretto socio-sanitario di Arezzo e al ritorno di distretti autonomi in ciascuna delle tre zone oggi unificate: Area Aretina, Casentino e Valtiberina.

"Questa è senza dubbio una buona cosa che da tempo proponevamo", commenta Francesco Romizi, Arezzo 2020 per cambiare a sinistra. "Adesso è importante che rapidamente la Regione deliberi in tal senso; ma è altrettanto importante che si avvii un secondo passo per conseguire una vera riorganizzazione della sanità territoriale, e cioè che si ridefinisca il ruolo che i distretti socio-sanitari devono avere nell'ambito dell'intero sistema sanitario e sociale.  La revisione geografica dei distretti è indubbiamente necessaria per ricollegarli con le specificità e le istituzioni del territorio, ma ora si impone una revisione organizzativa che li faccia diventare “forti" nel quadro delle strutture e delle dinamiche aziendali, che li faccia diventare punti di riferimento veri per i Comuni per la programmazione dei servizi del territorio e per l'integrazione socio-sanitaria, che li doti di risorse certe e utilizzabili, che li apra alla partecipazione dei cittadini. Auspichiamo che su questi punti tra Comuni e Regione si realizzi un confronto costruttivo che porti a provvedimenti tempestivi".

Tags: Sanità Francesco Ruscelli Arezzo 2020