Banche, Bardelli: "Casa Museo Ivan Bruschi e Caffè dei Costanti, quale futuro?"

. Inserito in Politica

Il consigliere comunale Roberto Bardelli: "Negli ultimi anni le strategie bancarie nazionali hanno portato a grandi cambiamenti che hanno toccato anche Arezzo, dove si è passati da Banca Etruria a Ubi Banca e adesso a Banca Intesa e Bper"

"In tutto questo vorticoso movimento sono coinvolte due eccellenze aretine, due punti di riferimento: la Casa Museo Ivan Bruschi e il Caffè dei Costanti.

Entrambe erano nel patrimonio di Banca Etruria e inevitabilmente sono passate di mano in mano. La Casa di Ivan Bruschi, gestita dall'omonima fondazione, è una realtà più unica che rara nel panorama italiano, il Caffè dei Costanti fa bella mostra di sé dal 1804 in piazza San Francesco ed è stato perfino immortalato nel film da Oscar 'La vita è bella'.

La domanda che pongo alla città è: che fine faranno? Quale sarà il loro destino? Occorre dunque che le istituzioni prendano contatti con la nuova dirigenza bancaria per far capire la loro importanza, il loro valore culturale, simbolico e perfino occupazionale. Sarà importante seguire passo dopo passo tutti gli eventuali sviluppi della vicenda, con un obiettivo imprescindibile: salvaguardare questo patrimonio".

Tags: Banca Etruria Roberto Bardelli Comune di Arezzo Casa Museo Ivan Bruschi Caffè dei Costanti Intesa Sanpaolo