Contro la propaganda fascista e nazista, la Giunta di Civitella firma la proposta di legge

. Inserito in Politica

L'amministrazione comunale di Civitella in Val di Chiana sottoscrive la proposta di legge di iniziativa popolare contro la propaganda fascista e nazista. L'ha promossa l'Anagrafe antifascista, una comunità virtuale di valori aperta a tutti coloro che si riconoscono nei principi della "Carta di Stazzema"

Saranno necessarie almeno 50.000 firme per portare la bozza di legge in Parlamento. Nell'ottobre scorso il comitato promotore, presieduto dal sindaco di Stazzema, l'ha depositata in Cassazione. Si potrà firmare fino al prossimo 31 marzo.

"Insieme agli assessori", commenta il sindaco di Civitella Ginetta Menchetti, "ho sottoscritto questa proposta di legge che ritengo giusta e necessaria, in un momento storico come quello attuale in cui troppo spesso vediamo simboli e ascoltiamo parole che inneggiano ad un passato che ci ha segnato drammaticamente. La nostra Repubblica si fonda su valori antifascisti e sul movimento della Resistenza, dobbiamo difenderli contro quelle ideologie che hanno lacerato il nostro Paese. Ripartiamo da un'iniziativa popolare dal basso per proteggere la nostra Costituzione e i suoi valori".

L'amministrazione comunale invita tutti i cittadini a sostenere questa proposta di legge. Chi volesse sottoscriverla può recarsi presso l'Ufficio Anagrafe del Comune di Civitella fino al 31 marzo 2021 nel rispetto delle misure anti-Covid.

Tags: Ginetta Menchetti antifascismo Comune di Civitella in Val di Chiana