Riforma Decreto Sicurezza, FdI protesta. Latorraca: "Non fa il bene della Nazione" Ar24Tv

. Inserito in Politica

Il sit-in organizzato da Fratelli d'Italia Arezzo si è svolto nel quartiere di Saione. "Una zona che non abbiamo scelto a caso", specifica Mirko Latorraca, coordinatore comunale del partito di Giorgia Meloni

Il coordinatore regionale Fdi, l'Avv. Fabrizio Rossi: "Faremo dei flash mob in tutte le città e le piazze della regione per protestare contro la modifica dei cosiddetti Decreti Sicurezza, che tornerebbero ad essere inefficaci nel contrasto all'immigrazione illegale di massa voluta da Pd, sinistra e M5s. L'aver posto la fiducia alla Camera dei deputati è il chiaro segnale della debolezza dell'attuale maggioranza giallorossa, di un governo frutto di accordi di palazzo, il cui unico scopo è quello di mantenere lo scranno. Da tempo non rappresentano più il popolo italiano, ma loro stessi".

"I Decreti Sicurezza I e II avevano introdotto dei meccanismi restrittivi nei confronti dell'immigrazione illegale e dell'abuso del ricorso alla protezione umanitaria, limitando di fatto l'attività ormai ai limiti della legalità da parte delle varie ong. Tali necessari provvedimenti stanno per essere spazzati via dal già definito 'Decreto Clandestini' in discussione in Palamento.

Decreto, quest'ultimo, fortemente voluto da uno dei peggiori governi della storia repubblicana, che invece di pensare all'attuale emergenza economica e sanitaria nel nostro Paese pensa, al contrario, ad incentivare le partenze dei barconi della morte e tutelare la permanenza di indesiderati nel nostro Paese". Così Rossi nella nota in cui annuncia i vari flash mob che si tengono oggi in tutte le città capoluogo della regione e non solo.

"Con l'approvazione di questo decreto", continua il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, "il Governo cancella i passi in avanti che erano stati fatti negli ultimi mesi con i Decreti Sicurezza I e II; si ritorna indietro negli anni, riportando l'Italia ad avere una visione volta a favorire in ogni modo l'immigrazione illegale di massa e la proliferazione del business dell'accoglienza".

"La strategia è chiara: la modifica ai Decreti Sicurezza, assieme alla 'sanatoria di massa' introdotta dal ministro Bellanova nel Decreto Rilancio, apre la strada ad un nuovo tentativo di introduzione dello ius soli nel nostro Paese. Un'idea che le due facce della sinistra che governano l'Italia non hanno mai abbandonato. Fratelli d'Italia si opporrà in ogni sede e con tutti i mezzi a questo pessimo decreto, che non solo mette in pericolo i confini e la sicurezza dell'Italia, ma impedisce anche le espulsioni di migliaia di indesiderati che non hanno nessun diritto di arrivare e rimanere nel nostro Paese".

"Siamo in piazza", sostiene il coordinatore comunale Fratelli d'Italia di Arezzo Latorraca, "per protestare contro un decreto che non fa gli interessi dell'Italia, ma tende solo a smontare quanto di buono conteneva il provvedimento precedente. La cosa peggiore è che le scelte sono state fatte solo per motivi ideologici e non oggettivamente corretti".

"Abbiamo scelto Saione perché è il quartiere che più degli altri ha risentito dell'indiscriminato flusso migratorio degli ultimi anni", commenta Daniele Piccoletti, membro dell'assemblea nazionale di Fratelli d'Italia, "la maggior parte dei fatti di cronaca che hanno coinvolto immigrati è avvenuta qua, come si trovano qua vicino tutti i punti nevralgici dello spaccio cittadino. Il nuovo Decreto Immigrazione allenta le misure prese dal precedente Governo. Diverremo ancora di più porto di sbarco dei migranti. Sono provvedimenti poco opportuni in un momento storico come questo, con la crisi sanitaria ed economica che stiamo vivendo".

Tags: Sicurezza Fratelli d'Italia Saione decreto sicurezza Mirko Latorraca Fabrizio Rossi Daniele Piccoletti

Massimo Gianni

Massimo Gianni

giornalista iscritto all’Ordine dal 1988, collabora con testate giornalistiche televisive e radiofoniche.