Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, via alla sensibilizzazione nelle scuole di Arezzo

. Inserito in Politica

La 12esima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è dedicata quest'anno al tema dei "rifiuti invisibili", ovvero quelli generati durante il processo di fabbricazione e distribuzione dei prodotti e che non vediamo al momento dell'acquisto

Come ogni anno l'assessorato all'ambiente del Comune di Arezzo ha aderito all'iniziativa, promuovendo alcuni progetti presso le scuole per il tramite delle associazioni - in particolare Legambiente e No mad - che aderiscono al Centro di Educazione Ambientale e Alimentare (Ceaa).

"È sempre utile", sottolinea l'assessore Marco Sacchetti, "promuovere azioni di sensibilizzazione su un tema che sta a cuore a tutti e che caratterizzerà le politiche pubbliche a livello internazionale per i prossimi decenni, fino a investire le generazioni future. Una settimana rappresenta ovviamente un periodo 'simbolico', ma è come la sveglia che ci ricorda come sia necessaria maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente".

In particolare, grazie al cosiddetto JukeBox Ecologico, si è tenuto un intervento informativo a distanza per gli studenti (curato da Legambiente e personalizzato per le singole classi in base alle richieste degli insegnanti) sulla riduzione dei rifiuti e sull'utilizzo corretto dei contenitori a scuola, sul significato dei rifiuti invisibili attraverso il confronto fra economia lineare ed economia circolare, oltre che sui temi della sostenibilità ambientale e dell'ecologia. Sono state coinvolte alcune classi degli istituti comprensivi "Vasari", "Piero della Francesca" e "Margaritone", dove prenderà anche il via la distribuzione - prevista peraltro in tutte le scuole - dei contenitori per la corretta raccolta differenziata (carta e multimateriale) da usare nelle classi in sostituzione del contenitore indifferenziato.

"Riciclinmusica 2020", a cura dell'associazione No mad in collaborazione con Officine Montecristo, ha previsto invece in varie classi degli istituti comprensivi "IV Novembre" e "Francesco Severi" l'organizzazione di laboratori attraverso video-tutorial per bambini e famiglie sul tema del riciclo creativo, con la costruzione di strumenti musicali da materiali di riciclo e l'allestimento di bande sonore di percussioni. Il tutto ha raccolto molto entusiasmo dai partecipanti. Quanto prodotto in formato video sarà pubblicato nei canali del Comune di Arezzo e in quelli delle associazioni.

Tags: Rifiuti Scuole Comune di Arezzo Ambiente Marco Sacchetti Sostenibilità

Bianca Sestini

Bianca Sestini

Sono laureata in giurisprudenza e ho concluso il praticantato presso la Scuola di Giornalismo "Massimo Baldini" della Luiss di Roma. Parlo Inglese e un po' di Francese. Sono appassionata di fotografia, documentari e podcast della Bbc. Società, viaggi, cultura e scienza sono le aree che sono più curiosa di esplorare.