Pacchi alimentari a Sansepolcro, se ne consegnano circa 250 a settimana

. Inserito in Politica

Continua la consegna dei pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà. L'iniziativa del Comune di Sansepolcro, in collaborazione con la Caritas, ha preso il via ai primi di aprile durante il lockdown

Attualmente i pacchi previsti ogni settimana sono circa 250. "Sono tanti, nemmeno troppo lontani come numero da quelli del periodo più emergenziale", spiega Cristina Franceschini della Caritas. "In quelle settimane se ne consegnavano 300. C'è ancora tanto bisogno di questi aiuti, le famiglie ce lo dicono. Non abbiamo mai smesso e purtroppo le previsioni per le prossime settimane non sono di conforto".

I pacchi alimentari sono preparati e organizzati in base al numero di persone nelle famiglie e alla presenza o meno di bambini. "Noi siamo qui al Centro Distribuzione Alimentare tutti i giorni, dalle ore 8:30 alle 12 e dalle 14:30 alle 17", prosegue Franceschini, "i cittadini che hanno bisogno possono contattarci direttamente, oppure possono scaricare l'apposito modulo dal sito del Comune o ritirarlo all'Urp".

"Da inizio aprile i pacchi consegnati sono stati oltre 5mila", dichiara il sindaco Mauro Cornioli. "Tante famiglie, coppie o persone sole hanno avuto bisogno di un aiuto perché il mondo del lavoro è in forte contrazione, la cassa integrazione viene versata in forte ritardo e spesso ci sono mutui da pagare e figli da crescere. La Caritas sta svolgendo un grande lavoro, per il quale siamo tutti molto grati. Ai nostri cittadini dico che nessuno è lasciato solo, tutto viene fatto con la massima discrezione".

La Caritas fa presente di avere a disposizione anche materiale scolastico per coloro che ne abbiano bisogno. "Basta che ce lo chiedano", conclude Franceschini. "Mandare i figli a scuola ha un costo rilevante e in un momento così difficile qualsiasi aiuto può essere importante".

Tags: Mauro Cornioli Caritas comune di Sansepolcro pacchi alimentari

Bianca Sestini

Bianca Sestini

Sono laureata in giurisprudenza e ho concluso il praticantato presso la Scuola di Giornalismo "Massimo Baldini" della Luiss di Roma. Parlo Inglese e un po' di Francese. Sono appassionata di fotografia, documentari e podcast della Bbc. Società, viaggi, cultura e scienza sono le aree che sono più curiosa di esplorare.