Covid-19, la Provincia dona totem con disinfettante alle scuole superiori

. Inserito in Politica

L'iniziativa, denominata #NoidiscriminiamosoloCovid19, rientra nel progetto Ready

La presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai Martini e la consigliera di parità Silvia Russo consegnano dispenser di gel disinfettante nelle scuole di Istruzione Superiore di Secondo Grado e nelle palestre del territorio aretino.

Si tratta di colonne autoportanti con erogatore manuale di gel disinfettante recante il titolo dell'iniziativa: #NoidiscriminiamosoloCovid19. A riceverli per primo questa mattina direttamente dalle mani della presidente della Provincia e della consigliera di parità è stato Maurizio Gatteschi dirigente scolastico del liceo Vittoria Colonna di Arezzo, che si è dimostrato entusiasta per l'iniziativa. Da oggi è iniziata la distribuzione in tutte le scuole secondarie del territorio, che avranno entro la settimana il loro totem con tanto di disinfettante.

Silvia Chiassai Martini dichiara :

"L'iniziativa ha finalità di sensibilizzare per combattere ogni tipo di discriminazione, favorendo l'inclusione sociale. Lo slogan #NoidiscriminiamosoloCovid19, vuole riportare all'attenzione la necessità di promuovere culture e politiche delle differenze capaci di sviluppare azioni di contrasto alle discriminazioni, ricordando che se c’è qualcosa da discriminare è il virus Sars-Cov.2. È necessario un cambiamento culturale, fatto di informazione e di prevenzione da veicolare verso le nuove generazioni, per questo abbiamo pensato di coinvolgere i giovani e le scuole, perché saranno loro che potranno farsi paladini di questo cambiamento, rompendo ogni situazione di subalternità, ridando la dignità ad ogni individuo. Consegneremo infatti a titolo gratuito questi totem con l'auspicio che questo gesto contribuisca al contenimento della diffusione del virus, oltre a un cambio di marcia su una tematica importantissima sui cui anche gli enti e le istituzioni hanno ormai deciso da tempo di fare rete".

Silvia Russo Consigliera di Parità afferma:

"Il progetto scelto quest'anno è condizionato dagli eventi risultanti dalla pandemia, ma il forte messaggio contro il bullismo generato da ogni forma di discriminazione si deve combattere ogni giorno e in ogni luogo: va eradicato dalla nostra cultura. La scuola deve formare non solo cittadini consapevoli, ma membri attivi di una comunità che include le differenze e valorizza le diversità come talenti che arricchiscono"

Tags: Scuole Silvia Chiassai Martini Silvia Russo