Neve marzolina e palleggi challenge, fino alla prossima autocertificazione

. Inserito in Notiziario Aretino della settimana

La settimana si è aperta con l'episodio del famoso video girato alla Chiassa Superiore, dove un cittadino esibiva orgogliosamente una pistola dalla finestra dicendo che la gente finalmente si era dimostrata intelligente nel capire che non doveva più circolare per strada in quella zona.

Il problema per lui è che, invece della gente, ha cominciato a girare il filmato, che è arrivato anche in Questura. I poliziotti hanno notato che in quelle immagini, oltre all'arma, comparivano due passanti tra cui una bambina. Ecco che allora si sono presentati sotto casa del signore e gli hanno sequestrato la pistola. Per fortuna l'autore del video (come lui diceva dei suoi compaesani) si è dimostrato subito intelligente, ha capito di aver commesso un gesto sconsiderato e si è pentito. Tutto è bene quel che finisce bene e, come diceva Pietro Aretino, "al giustiziere de la Chiassa la voglia de sparere gli è bel che passa!".

Clamoroso malinteso la mattina della nevicata fra il drone che sorvola e sorveglia la città e le forze dell'ordine. Infatti, con un enorme "misunderstanding" (come dicono quelli finarini), mentre il pilota del drone comunicava che c'era ovunque presenza di neve, le squadre narcotici sono scattate in azione per controlli a tappeto. Appena hanno capito che la neve in questione era quella caduta dal cielo è cessato il falso allarme. Come dice il proverbio, la neve marzolina arriva di sera e sparisce la mattina, ma vale pure quelli con la "neve in...polverina": se li mettono in galera la sera, qualche giudice li fa uscire la mattina...

Continuano sui social le varie iniziative per ammazzare un po' il tempo durante le giornate chiusi in casa. Si è fatto a gara a mostrare pane, panini, pizze fatti in casa, tanto che nei supermercati, nonostante le file, il lievito di birra ha avuto le ore contate. Ma anche senza il lievito, molti hanno voluto prendere parte a questa "sfida social culinaria", fotografando qualsiasi cosa preparassero: sfoglie, crostate, torte, ciambelloni, frittate, purè, grandinina, mele cotte, eccetera. Squalificato lo scatto di una scodella di panzanella, palesemente preparata d'estate.

Fra le altre competizioni i video della "palleggi challenge", in cui famosi o persone comuni si riprendono palleggiando con un rotolo di carta igienica e invitano altri amici a fare lo stesso. In città due vip al momento si sono rifiutati di partecipare. Uno è il sindaco Alessandro Ghinelli, il quale ha dichiarato che, con le inchieste in sospeso, un po' di strizza intestinale ancora ce l'ha e quindi non se la sente di prendere a calci e danneggiare la carta igienica, che potrebbe sempre tornare utile. L'altro personaggio noto in questione è il candidato PD Luciano Ralli. L'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli gli ha detto che sulla carta lui è un ottimo candidato, quindi Ralli alla carta ci tiene e non la prende a calci.

Smentita per ora dal Governo la riapertura straordinaria delle cartiere di Monte Sopra Rondine e Giovi per far fronte all'enorme consumo cittadino di carta dopo l'ennesimo cambio del modulo di autocertificazione. Problemi con le stampanti, per le quali si fa fatica a reperire le cartucce: così tante non servivano nemmeno per l'apertura della caccia!

Ultim'ora: pur rispettando le restrizioni, sembra che il nostro sindaco pratichi dello sport. Pare che in conferenza stampa si sia dato alla disciplina del salto della domanda. Da chiarire ancora se è Alessandro Ghinelli che ha saltato oppure se il salto lo hanno fatto altri.

E per finire l'oroscopo: l'Ariete in transito su Giove (ma ha promesso che non passa dalla Chiassa) porta a cambiamenti significativi...Oltre al cambio dell'ora. L'importante è non cambi ancora l'autocertificazione!

P.S.: Un sincero grazie a medici, infermieri, forze dell'ordine e dipendenti dei supermercati!

Tags: oroscopo social palleggi challenge

Franco Gori

Franco Gori

Ho 52 anni, sono un operaio e vivo ad Arezzo. Mi è sempre piaciuto ascoltare e  leggere chi fa satira o ironia. Il notiziario è nato sul gruppo Facebook "Sei di Arezzo se" e finora non sono mancati gli spunti e la fantasia per pubblicarne uno ogni settimana. Con la speranza, nel gruppo e fuori, di non annoiare, offendere o provocare nessuno. Fa bene scherzare sui nostri difetti, secondo me ad Arezzo abbiamo sempre faticato a farlo. Ogni tanto meglio provarci, almeno!