Dimissioni in Vaticano, tesori dal sottosuolo, il mistero dell'ex Ala Legnami

. Inserito in Notiziario Aretino della settimana

Risale a inizio settimana la notizia delle dimissioni dell'aretino Domenico Giani dalla carica di capo della gendarmeria vaticana. Subito dopo, Giani ha fatto sapere che gradirebbe nuovi incarichi e che gli piacerebbe anche tornare ad Arezzo.

Magari potrebbe diventare responsabile della sicurezza dell'arcivescovo Riccardo Fontana. Mentre però con il Papa doveva proteggere Sua Santità dal rischio di aggressioni, con il Monsignor Fontana - vista la dieta che gli è stata consigliata - basterà tenerlo lontano da rinfreschi, buffet o pranzi nelle varie parrocchie a cui la domenica viene spesso invitato.

Spettacolare ritrovamento archeologico al Circolo Artistico di Arezzo, dove durante i lavori per costruire un ascensore è stato rinvenuto un antico mosaico di epoca romana. Sono secoli - da quando fu scoperta la Chimera scavando per realizzare le mura medicee in poi - che ogni volta che ad Arezzo si cerca sottoterra si tirano fuori meraviglie: l'Anfiteatro, a Castelsecco, al Pionta, in Piazza San Francesco...Solo a Banca Etruria è stato fatto un enorme buco senza che si sia ancora trovato né il tesoro né il responsabile.

Reazioni anche in città dopo il confronto politico in tv fra Matteo Renzi e Matteo Salvini. A molti il duello è risultato palloso come l'albero di Natale in piazza Guido Monaco mentre altri hanno dichiarato di aver preferito vedere su Teletruria un documentario di Augusto Tocci sui matti da Gello. Del resto, anche i diretti interessati, rivedendosi, non hanno reagito bene: Salvini è stato brevemente ricoverato per una colica allo stomaco; Renzi, invece, ha detto che gli è venuta voglia di cambiare canale oltre che di cambiare partito!

Paura ma per fortuna niente di più per la scossa di terremoto di giovedì mattina. Una volta individuato l'epicentro del sisma nella zona di Olmo, qualcuno ha pensato fosse stato un botto intimidatorio nei confronti del nuovo parroco, considerati i precedenti burrascosi di alcuni fedeli con il suo predecessore. I sismologi hanno dichiarato che l'ultimo schianto simile nell'aretino era stato avvertito a Badia Prataglia, durante l'accensione del falò alla festa di fine estate.

Veniamo ora alla "cult question" del momento: cosa verrà costruito nella zona della ex Ala Legnami? Dato che ultimamente i supermercati ad Arezzo spuntano come funghi, è probabile che sia questa la soluzione del mistero. Chi invece ha risposto volgarmente che "non ci verrà fatto una sega" forse voleva intendere che non serve più attività di segheria, non essendoci più legno da lavorare.

Durante lo spostamento del cantiere in piazza della Stazione i vigili urbani hanno recuperato 15 biciclette, destinate a essere restituite ai proprietari che si presenteranno in caserma (atto di cuore per farsi perdonare le multe al mercatino del Calcit?). Perciò, chi alla stazione ha perso la bici potrà riaverla, mentre al momento non ci sono soluzioni per chi ha perso il treno.

Per finire, l'oroscopo: questa settimana si entra tutti nello Scorpione...A Sansepolcro sarà un problema per i parcheggi!

Tags: Terremoto Banca Etruria Olmo Matteo Renzi Badia Prataglia Riccardo Fontana circolo Artistico Matteo Salvini oroscopo Domenico Giani Vaticano

Franco Gori

Franco Gori

Ho 52 anni, sono un operaio e vivo ad Arezzo. Mi è sempre piaciuto ascoltare e  leggere chi fa satira o ironia. Il notiziario è nato sul gruppo Facebook "Sei di Arezzo se" e finora non sono mancati gli spunti e la fantasia per pubblicarne uno ogni settimana. Con la speranza, nel gruppo e fuori, di non annoiare, offendere o provocare nessuno. Fa bene scherzare sui nostri difetti, secondo me ad Arezzo abbiamo sempre faticato a farlo. Ogni tanto meglio provarci, almeno!