"Un taxi per tutti", rinnovata la convenzione tra Comune di Arezzo e UICI

. Inserito in Mobilità

Rinnovata la convenzione tra Comune di Arezzo e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti per il progetto “Un taxi per tutti” per la durata di un anno dalla data di stipula dell'accordo.

Il progetto prevede l'erogazione di un contributo di 3mila euro corrispondenti all'emissione di 600 tagliandi corsa per l'uso di taxi a tariffa agevolata da parte di utenti che vivono ad Arezzo e che si trovano in condizioni di minorazione della vista. Un progetto con il quale l'amministrazione intende integrare i servizi urbani per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini, al fine di evitare situazioni di emarginazione agevolandone l'autonomia.

“Riprendiamo un'iniziativa che consente di migliorare la mobilità e pertanto la qualità della vita e l'autonomia delle persone con menomazione visiva, mettendo loro a disposizione un servizio integrativo rispetto a quello pubblico per lo spostamento più comodo verso i luoghi di studio, lavoro, ricreativi della città, in un'ottica inclusiva – commenta il vice sindaco Lucia Tanti -. Si confermano una priorità le politiche per la disabilità che ricoprono un ruolo centrale nell'erogazione dei servizi e delle opportunità. Muoversi in autonomia è un elemento di libertà e chi ha problemi visivi ha la necessità di utilizzare mezzi, come i taxi, che possano andare incontro alle loro esigenze”.

Tags: taxi arezzo