Ciclopista dell'Arno, approvato il progetto definitivo del terzo e ultimo lotto

. Inserito in Mobilità

È stato approvato il progetto definitivo che prevede la realizzazione dei lavori di completamento del tratto casentinese di Ciclopista dell’Arno

Si tratta di un investimento di quasi 2 milioni di euro. Una volta completati tutti i collegamenti, sarà così possibile partire da Stia e raggiungere Ponte Buriano senza alcuna interruzione. L’Unione dei Comuni Montani del Casentino si occuperà, per conto di tutti i comuni della vallata da Stia ad Arezzo, della manutenzione dell’intero percorso, come accade già adesso.

Il progetto prevede la realizzazione di una passerella di collegamento della ciclopista con Strada in Casentino, un sotto passo e un ponte sull’Archiano che consentiranno di ricongiungere il percorso che arriva dalle Macee al tratto del Corsalone, un collegamento con la località di Calbenzano e in prossimità della ex draga del Corsalone la realizzazione di un ulteriore ponte che sostituirà l’attuale guado provvisorio.

Infine nella zona industriale di Subbiano sarà realizzato un nuovo tratto di percorso con una passerella sul Rio Burlazzo.

"Siamo arrivati alla fase finale di un progetto imponente che ha visto cambiare le nostre abitudini, incentivando un nuovo modo di socializzare e di fare sport, anche per i non professionisti che grazie alla Ciclopista, in sella alle loro bici, possono percorrere lunghi percorsi in sicurezza", ha spiegato l’assessore di riferimento nell’Unione Giampaolo Tellini, "ad inizio del 2021 apriremo i cantieri per opere imponenti che completeranno un progetto regionale ambizioso, una scommessa già vinta è apprezzata da cittadini e turisti. Ringrazio la Regione e l’assessore Vincenzo Ceccarelli per aver coinvolto e investito sul nostro territorio. Come Unione ci impegneremo a mantenere l’opera così com’è adesso, intervenendo regolarmente con lavori di manutenzione, di taglio dell’erba e di pulizia. La ciclopista è una ricchezza per tutta la vallata, un'opera per i casentinesi ma anche per i turisti sempre più attratti dal contatto con la natura e dai ritmi lenti offerti dalle nostre campagne".

Tags: Casentino Ciclopista Giampaolo Tellini Unione dei Comuni Montani del Casentino