Arezzo sposta un monumento davanti alla stazione. Gamurrini: "Ma lavori più lenti del previsto" Ar24Tv

. Inserito in Mobilità

“Speriamo di inaugurare la Piazza per la primavera del 2020”. È l’aspettativa del vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, intervistato da Arezzo24 sui lavori in corso in Piazza della Repubblica. In programma lo spostamento del Monumento ai Caduti del Risorgimento

La riqualificazione di Piazza della Repubblica, piazza della stazione, è iniziata lo scorso 4 febbraio. I lavori sono portati avanti da RFI e hanno richiesto un investimento di circa 1.200.000 euro, finanziato da Rete Ferroviaria Italiana e dal Comune di Arezzo. Si parla di pedonalizzazione dell’area, realizzazione di parcheggi per persone a ridotta mobilità, parcheggi per moto, bike e car sharing, con l’aggiunta di un’apposita pensilina nell’area taxi e di nuovi impianti di illuminazione.

Arezzo24 ha voluto rivolgersi direttamente al vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, assessore con delega ai lavori pubblici, per avere qualche informazione in più riguardo ai lavori e alle loro tempistiche.

“I lavori procedono un po’ lentamente rispetto a ciò che ci aspettavamo, pensiamo in ogni caso di concludere per la primavera. La piazza non aveva un senso; era una piazza non pedonale con dei parcheggi mal distribuiti e molto caotica. Con questo nuovo progetto crediamo di poter dare una sensazione diversa della città che i turisti visiteranno”

ammette Gamurrini.

La peculiarità dei lavori riguarderebbe anche il trasferimento in Piazza della Repubblica del Monumento ai Caduti del Risorgimento, al momento collocato in Piazza del Popolo.

“L’idea è stata del sindaco. Ancora discutiamo con la sovrintendenza circa questa opportunità. Sicuramente, a nostro avviso, il monumento troverebbe più visibilità nella nuova collocazione di Piazza della Repubblica”

conferma il vicesindaco.

Il cambio di collocazione e i necessari restauri, dovuti ad incuria e degrado, comporteranno però ingenti costi.

“Costi importanti, costi che sono ancora in via di definizione. Il monumento dovrà essere smontato, ripulito, restaurato e rimontato con un adeguato basamento che abbiamo già predisposto in Piazza della Repubblica”

il commento di Gamurrini.

Nuova casa dunque per il Monumento ai Caduti del Risorgimento di Arezzo? Un basamento pronto ad accoglierlo sembrerebbe già essere predisposto, constateremo poi quanto sarà il costo di questo trasloco.

Tags: Gianfrancesco Gamurrini Stazione di Arezzo

Giulia Senesi

Giulia Senesi

Laureata in Filologia, Letteratura e Storia dell’antichità. Sono una grande amante di viaggi e cinema; parlo inglese, spagnolo e un po’ di tedesco. Credo che la scrittura abbia un effetto catartico.