Le nuove crociate

. Inserito in #madecheseragiona

L’ex terrorista nero Roberto Fiore ha attaccato pesantemente il magnate americano Bill Gates reo di aver sostenuto che le messe potrebbero essere sospese per 18 mesi o per sempre a causa del coronavirus.

Fiore l’ha definito “l’anticristo di Manhattan, il guru dei signori della dittatura sanitaria, che impongono alle Regioni di vietare le messe”. Il capo fascista dell’ultracattolica Forza Nuova ha invitato gli italiani a ribellarsi: “A Pasqua tutti a messa”. Fiore si è rallegrato perché l’appello avrebbe trovato l’adesione di Matteo Salvini. Ricordo che Roberto Fiore venne condannato per banda armata e associazione sovversiva come capo di Terza posizione, l’organizzazione che alla fine degli anni Settanta mise insieme alcuni dei criminali più violenti della destra eversiva italiana. Dai ranghi di Terza Posizione uscì una generazione di stragisti, assassini e picchiatori. Fiore venne processato e dichiarato colpevole in tutti i gradi di giudizio. L’ex terrorista però i cinque anni e mezzo di reclusione non li ha mai scontati: nel 1980 scappò all’estero. Fece ritorno in Italia nel 1999 quando la sua condanna era caduta in prescrizione. Adesso il leader di Forza Nuova lancia un nuovo slogan: “la Fede non può mai essere mai limitata”,  per lui evidentemente neanche dai quasi 16mila morti italiani per coronavirus. Io invece lancio un contrappello a tutti gli italiani: se proprio dovete infrangere le regole, munitevi di due coperte, prendete per mano la persona che amate, recatevi in un bosco all’aria aperta, e lì fate l’amore. 

Tags: Roberto Fiore Bill Gates Forza Nuova

Massimo Gianni

Massimo Gianni

giornalista iscritto all’Ordine dal 1988, collabora con testate giornalistiche televisive e radiofoniche.