Ferrovie, sciopero di 8 ore: mancano 100 macchinisti Audio

. Inserito in Lavoro

La carenza di personale, tra macchinisti e capitreno del comparto regionale di Trenitalia, ammonta a circa 100 addetti e per questo motivo i sindacati Filt-Cgil, Uiltrasporti, Ugl-Ferrovieri e Fast Orsa hanno indetto per la giornata di oggi, sabato 5 febbraio, uno sciopero regionale di otto ore, dalle 9 alle 17.

"Su circa 1.100 in Toscana, tra macchinisti e capitreno, ne mancano altri 100 - spiega Leonardo Mugnaini, responsabile attività ferroviaria Uiltrasporti Toscana - Questo porta un disservizio notevole a pendolari e cittadini: sulle circa 900 corse al giorno, ne saltano circa il 15% proprio per carenza di personale. L'azienda dichiara che è colpa della pandemia ma in realtà nel periodo estivo, con numeri di contagi bassissimi, c'erano comunque numerose soppressioni a causa della carenza di personale". "Si fa un gran parlare di rilancio in questo periodo - ha poi detto Enrico Lischi, Filt Cgil Toscana - ma quello che notiamo noi è che manca una programmazione a lungo termine. L'impressione è che si viva alla giornata". 

Cover

Enrico Lischi, Filt Cgil Toscana

Caricato Venerdì 04 Febbraio 2022 in Lavoro | 483 visualizzazioni

La nota dei sindacati: "Il settore ferroviario di Trenitalia in Toscana sta vivendo un momento di grave crisi, sia dal punto di vista organizzativo sia dal punto di vista delle relazioni industriali. Macchinisti e capitreno subiscono ogni giorno gli effetti di una cronica carenza di personale che, come denunciano da anni i sindacati, ha radici molto precedenti alla pandemia. Per questo Filt-Cgil Uiltrasporti Ugl-Ferrovieri Fast Orsa hanno indetto uno sciopero di tutto il personale ferroviario toscano per sabato 5 febbraio dalle 9 alle 17. Previsto un incontro stampa domani venerdì 4 febbraio a Firenze presso l’ingresso della stazione di Santa Maria Novella, davanti piazza Adua, ore 10.30
“Non possiamo più tollerare la pratica aziendale di affrontare le trattative cercando di spostare sempre più avanti la discussione senza risolvere mai i problemi – sottolineano i sindacati – Chiediamo trasferimenti ed assunzioni per arrivare a condizioni di lavoro migliori per tutti i capitreno ed i macchinisti”.
In particolare i sindacati dicono:
– Basta con le continue modifiche ai turni
– Basta con le continue difficoltà ad avere ferie
– Basta con i continui rilanci dei turni
– Basta con le continue pressioni da parte dei dirigenti o affini".

Tags: Sciopero Ferrovie