Ad Arezzo si presenta il film “Dafne” con Carolina Raspanti

. Inserito in Eventi e Cultura

Alle 20.30, il regista Federico Bondi e la protagonista Carolina Raspanti incontreranno il pubblico prima della proiezione dell’opera al Cinema Eden dove il film resterà in programmazione fino al 4 aprile

Un film importante che tratta con delicatezza il tema della disabilità e in particolare della sindrome di Down: sarà presentato anche ad Arezzo “Dafne”, il film di Federico Bondi, vincitore del Premio FIPRESCI nella sezione Panorama dell'ultima Berlinale.

Questo venerdì 29 marzo alle 20.30, il regista Federico Bondi e la protagonista Carolina Raspanti incontreranno il pubblico prima della proiezione dell’opera al Cinema Eden dove il film resterà in programmazione fino al 4 aprile.

Un appuntamento sostenuto dalla Fondazione Arezzo Intour, sezione Arezzo Cinema, che nasce per valorizzare e supportare le produzioni cinematografiche che scelgono la città come tappa dei loro percorsi artistici e creativi.

Dafne (interpretata dall'esordiente Carolina Raspanti) ha trentacinque anni, un lavoro che le piace, amici e colleghi che le vogliono bene. Ha la sindrome di Down e vive insieme ai genitori, Luigi (Antonio Piovanelli) e Maria (Stefania Casini). L’improvvisa scomparsa della madre manda in frantumi gli equilibri familiari: Dafne è costretta ad affrontare non solo il lutto ma anche a sostenere Luigi, sprofondato nella depressione. Grazie all’affetto di chi le sta intorno, alla propria determinazione e consapevolezza, Dafne trova la forza di reagire e cerca invano di scuotere il padre. Fino a quando un giorno accade qualcosa di inaspettato: intraprenderanno insieme un cammino in montagna verso il paese natale di Maria, e, nel tentativo di guardare avanti, scopriranno molto l’uno dell’altra.

"Qualche anno fa - racconta il regista Federico Bondi - vidi alla fermata dell’autobus un padre anziano e una figlia con la sindrome di Down che si tenevano per mano. Fermi, in piedi, tra il via vai di macchine e passanti mi apparvero come degli eroi, due sopravvissuti. DAFNE nasce da questa immagine-emozione, la scintilla che mi ha spinto ad approfondire”.

Il film che è uscito nelle sale italiane lo scorso 21 marzo, Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down, è prodotto da Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo film e Rai Cinema in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà.

 

Nel cast con Carolina Raspanti ci sono Antonio Piovanelli e Stefania Casini.

Sceneggiatura e regia Federico Bondi, soggetto Federico Bondi e Simona Baldanzi, fotografia Piero Basso, montaggio Stefano Cravero, musiche Saverio Lanza, suono in presa diretta Mirko Guerra, scenografia Alessandra Mura, Cristina Del Zotto, costumi   Massimo Cantini Parrini, montaggio del suono e mixage Daniela Bassani, Marzia Cordò Stefano Grosso, Giancarlo Rutigliano.

 

 

 

L’opera è realizzata con il contributo di MiBAC – Direzione Generale Cinema, Programma Sensi Contemporanei – Toscana per il Cinema, con il sostegno di Regione Lazio e Roma Lazio Film Commission, con il supporto di Unicoop Firenze e Coop Alleanza 3.0, con il patrocinio di AIPD – Associazione Italiana Persone Down e Comitato Siblings Onlus – Fratelli e sorelle di persone con disabilità. 

Tags: Cinema