A Vagnetti e alla Filarmonica Guido Monaco il Premio Internazionale Guido Day

. Inserito in Eventi e Cultura

Venerdì 21 giugno dalle 19 a cura di Fondazione Guido d’Arezzo Vladimiro Vagnetti e l’Associazione Filarmonica Guido Monaco ricevono il Premio Internazionale Guido Day. A seguire il concerto del Gruppo Polifonico Francesco Coradini con Oreste Calabria all’organo, Vladimiro Vagnetti nella direzione e fiati storici e il controtenore Leonardo Saracini

Arezzo, 19 giugno 2024 – Vladimiro Vagnetti, direttore artistico del Gruppo Polifonico Francesco Coradini, e l’Associazione Filarmonica Guido Monaco: saranno loro a ricevere il Premio Internazionale Guido Day in occasione della IX edizione della Festa della Musica, premio consegnato a musicisti e organizzatori nazionali e internazionali con particolari meriti in campo musicale. Appuntamento venerdì 21 giugno, giorno in cui Arezzo omaggia il proprio grande concittadino Guido d’Arezzo, ore 19 alla Badia delle Sante Flora e Lucilla per la consegna del premio. A seguire, il concerto del Gruppo Polifonico Francesco Coradini con Oreste Calabria all’organo, Vladimiro Vagnetti nella direzione e fiati storici e il controtenore Leonardo Saracini. Il premio realizzato dallo scultore Alessandro Marrone rappresenta una spirale del DNA che diventa scrittura musicale e linguaggio universale. L’iniziativa è promossa dal Ministero dei Beni Culturali dal 2016 grazie a Slavka Taskova-Paoletti, attuale Presidente onorario della Fondazione Guido d’Arezzo, ed è possibile grazie a Fondazione Guido d’Arezzo - ente presieduto dal sindaco della città Alessandro Ghinelli e diretto da Lorenzo Cinatti - e Comune di Arezzo (info: www.fondazioneguidodarezzo.com - www.polifonico.org).

Le motivazioni del conferimento del premio: al M. º Vladimiro Vagnetti “si conferisce il premio poiché, grazie alle sue competenze messe al servizio della Fondazione Guido d’Arezzo in qualità di docente della scuola superiore per direttori di coro e, come direttore, alla guida del gruppo polifonico F. Coradini, coro storico e blasonato di questa città, contribuisce fattivamente a fare di Arezzo un punto di riferimento fondamentale per il mondo della musica corale”, e all'Associazione Filarmonica Guido Monaco “che, attraverso la sua centenaria attività filarmonico-bandistica, ha contribuito alla crescita di giovani generazioni di musicisti e continua con i concerti della sua prestigiosa Banda a onorare la tradizione musicale aretina”.

Il programma del concerto delle 19 prevede l’esecuzione di “O Magnum Mysterium” di Paolo Bivi detto “L’aretino”, nato ad Arezzo nel 1511, per proseguire con le sezioni “1537-1542: per l’Italia fino a Venezia” con “Voce Mea” e “Cantate Domino” di Giovanni Croce e “La Bergamasca & La Mantovana” di Gasparo Zanetti,1543-1554: a Roma e Cortona” con “Alta Trinità Beata” di anonimo, “Sicut Cervus” di Giovanni Pierluigi da Palestrina, “Partite sopra La Monicha” di Girolamo Frescobaldi e “Pulchra Es Amica Mea” di Giovanni Pierluigi da Palestrina e “1554-1564: a Firenze al servizio di Cosimo I” con “Gioite Al Canto Mio” di J. Peri, “Pavana: La Battaglia” di anonimo e “O Magnum Mysterium” di Tomas Luis de Victoria. Conclusione con “1564-1574: tra Arezzo e Firenze, gli ultimi anni, al servizio del principe Francesco” con “Amarilli” di G. Caccini e “Super Flumina Babylonis” di Giovanni Pierluigi da Palestrina.

Vladimiro Vagnetti è diplomato in Oboe, Oboe Barocco, Didattica della Musica, Direzione di Coro e Prassi Esecutiva della Polifonia Rinascimentale. Con gli Ensemble Orientis Partibus di Assisi e UtFaSol di Bergamo ricerca, ed esegue musica medievale e rinascimentale. Oltre a Libercantus dirige il Gruppo Polifonico Francesco Coradini di Arezzo, il Coro “I Cantori di Perugia” e la Corale di Ponte Valleceppi. Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti in concorsi corali e partecipa regolarmente a festival e rassegne nazionali e internazionali. È stato docente di Esercitazioni Corali presso il Conservatorio Statale di Musica di Reggio Calabria. È docente di fiati storici presso l’Accademia Resonars di Assisi.

Ha tenuto atelier e workshop per il Festival di Primavera di Montecatini (Festival Nazionale dei Cori Scolastici, per il Salerno Festival 2019, per l’Accademia Righele per Direttori di Coro di Venezia, pe FERSACO Federazione Sardegna Cori, per ARCOM Associazione Regionale dei Cori delle Marche, per ABACO Associazione Basilicata Cori e per ARCUM Associazione Regionale Cori dell’Umbria. Per la scuola per direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo è docente di “Lettura dalle fonti storiche e prassi esecutiva”. È consigliere Artistico Nazionale di Feniarco, Federazione Nazionale delle Associazioni Corali.

Il Gruppo Polifonico "Francesco Coradini”, fondato nel 1967 dal maestro Fosco Corti, ha partecipato ai più importanti festival con corsi internazionali conseguendo numerosi premi: Concorso Polifonico Internazionale Guido d'Arezzo, Concorso Polifonico Internazionale "Seghizzi" di Gorizia, Cork International and Folk Dance Festival, Irlanda, Llangollen International Musical Eisteddfod, Gren Bretagna, Concorso Nazionale di Vittorio Veneto. Nei suoi 47 anni il Gruppo ha svolto una intensa attività concertistica nazionale ed internazionale, collaborando con importanti orchestre come l'Orchestre National de Lyon, l’Orchestra della Toscana e l'Orchestra Regionale del Lazio, e con direttori quali Jurgen Jurgens, Simon Preston, Frans Bruggen. Ha effettuato importanti incisioni discografiche, tra le quali la Passione Secondo Giovanni di Francesco Corteccia che ha ricevuto il premio della Critica Discografica Italiana. Dal 2007 il Gruppo Polifonico Francesco Coradini è diretto da Vladimiro Vagnetti.

INFO

Fondazione Guido d’Arezzo

corso Italia, 102 – Arezzo

0575 377430

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

fondazioneguidodarezzo.com

polifonico.org

Tags: Filarmonica Guido Monaco Vladimiro Vagnetti