Tutto pronto ad Anghiari per il "Palio della Vittoria 2022"

. Inserito in Eventi e Cultura

Il gran giorno del Palio della Vittoria 2022 è finalmente arrivato ed Anghiari è pronto per vivere le emozioni di una manifestazione che manca da 3 anni. L’ultima edizione fu infatti quella del 2019 vinta dal Comune di Milano grazie a Salvatore Gambino. Il 29 giugno, come da tradizione, il paese tiberino torna a celebrare la Battaglia di Anghiari combattuta nel 1440, epico scontro che ridefinì i confini della Toscana e che fu reso celebre da Leonardo Da Vinci.

La 18ª edizione dell’epoca moderna, manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Palio della Vittoria con il patrocinio del Comune di Anghiari e il fondamentale sostegno dei vari sponsor, si aprirà alle ore 18:30 con la rievocazione storica e con la sfilata in Piazza Baldaccio dei Sindaci e dei Cortei Storici dei comuni partecipanti e vivrà il momento più atteso al calar del sole con l’inizio della corsa in salita che assegnerà al Comune vincitore l’ambito palio: 1440 metri dalla Cappella della Vittoria (il luogo esatto della battaglia) fino a Piazza Baldaccio.

La rievocazione vedrà la presenza dei Cortei Storici di Firenze, Arezzo, Sansepolcro, Anghiari, più di 20 saranno invece i Comuni rappresentati nella corsa in salita che caratterizza questa edizione, sulla distanza che evoca l’anno della Battaglia (1440 metri appunto). Una corsa a perdifiato in cui i valorosi atleti potranno “scortare” il proprio capitano e/o sfavorire gli avversari attraverso spinte, trattenuti e placcaggi, così come consentito dal regolamento. Una corsa “unica nel suo genere”, la corsa più “pazza del mondo”, come ribattezzata da molti. Il Palio realizzato quest’anno dall’artista anghiarese Mastro Santi Del Sere non andrà all’atleta che taglierà per primo la linea del traguardo, ma sarà consegnato al Comune rappresentato. Tra le città presenti oltre a quelle del territorio, ci saranno come nelle passate edizioni anche Firenze, Milano, Arezzo e Gubbio. Ogni comune potrà schierare al via un massimo di 5 atleti. Anghiari guida l’albo d’oro con 4 successi.

In Piazza Baldaccio è stata montata una tribuna che permetterà ai presenti di gustarsi comodamente lo spettacolo della rievocazione e della corsa che come accaduto negli ultimi anni verrà trasmessa in streaming sul maxi-schermo, ma anche in diretta televisiva su Teletruria e in radio su Errevuti. Al termine della corsa il Palio verrà consegnato al Comune vincitore e subito dopo è in programma la “Cena della Vittoria” sulle Antiche Mura (alla quale prenotando tutti possono partecipare).

Tags: Palio della Vittoria