Carnevale di Foiano, i Rustici vincono il contest delle mascherate al Valdichiana Village - Foto

. Inserito in Eventi e Cultura

La piazza del Valdichiana Village è tornata ad animarsi con i colori e la vivacità del Carnevale di Foiano, che con i suoi 483 anni di vita è il più antico e tra i più celebrati d’Italia. Un pomeriggio di festa e spettacolo in attesa degli artisti del “Busker festival”. 

Mentre sale l’attesa per il cantiere vincitore dell’edizione primaverile che sarà decretato solo stasera, ieri il primo verdetto: il cantiere Rustici, con “L’arte dell’inganno”, ha vinto il contest delle mascherate svoltosi in Piazza Maggiore al Valdichiana Village. E’ stato un pomeriggio di grande festa, grazie alle splendide coreografie delle mascherate dei quattro cantieri, che si sono sfidati a suon di balli, musica e costumi. I Nottambuli con “L’ultima speranza”, gli Azzurri con “Inno alla gioia”, Bombolo con “Confronto con l’ombra” e i Rustici con “L’arte dell’inganno”, hanno presentato performance applauditissime dal pubblico in piazza. Coreografie sempre originali, messe in scena da decine di comparse in maschera, rappresentazioni in forma allegorica di temi di grande attualità, gli stessi che accompagnano i giganti in cartapesta, balli e movimenti in perfetta sincronia, frutto di mesi di studio e preparazione, a comporre, in Piazza Maggiore, un fantasmagorico spettacolo. Alla fine, la giuria, composta dallo stilista Bruno Tommassini, dalla responsabile comunicazione di Rtv 38 Giulia Santini e dal curatore d’arte Massimo Magurano, ha premiato il cantiere presieduto da Giorgio Gervasi, “ma – ha dichiarato il presidente Bruno Tommassinia vincere è stata la manifestazione nel suo complesso, una celebrazione della vita che è riuscita ad emozionare e a lanciare messaggi positivi di speranza e ripartenza in una fase molto complicata per tutti”. Grande soddisfazione da parte del Sindaco di Foiano della Chiana Francesco Sonnati: “Siamo stati letteralmente rapiti dalla bellezza delle coreografie, non posso che complimentarmi, esprimere orgoglio per ciò che questi giovani sono riusciti a realizzare e per la rinnovata sinergia tra amministrazione, associazione Carnevale, cantieri e Valdichiana Village. Il Carnevale è la più sentita, la più antica e partecipata delle nostre manifestazioni e questo evento ne esalta la spettacolarità, contribuendo ad accrescerne la popolarità verso tanti visitatori provenienti da tutto il centro Italia e tra molti turisti, anche dall’estero, presenti in Toscana”. Occasione propizia per stilare un primo bilancio sull’edizione della ripartenza dopo la pausa forzata e guardare con fiducia al futuro: “Anche in un periodo non tradizionale, il Carnevale di Foiano ha ottenuto grandi presenza, segno di grande vivacità e organizzazione. Sarebbe la classica ciliegina sulla torta l’ingresso del Carnevale tra i beni immateriali dell’Unesco”, ha concluso Sonnati.

Il mese di giugno porterà al Valdichiana Village ancora colori e spettacolo nella Land of Fashion di Foiano: sabato 25 dalle 16.30 saranno gli artisti di strada del “Busker Festival” ad invadere il Village. Giocolieri, musicisti, attori, laboratori per bambini, ci sono tutti gli ingredienti per un pomeriggio di shopping e divertimento per grandi e piccini. Protagonisti l’acrobata, giocoliere ed equilibrista Marcel Zuluaga Gomez, il burattinaio e attore Italo Pecoretti, il musicista Simone Rocchi, gli artisti e i laboratori di circo rispettivamente con “Disequilibrio” e Irene Cambri, il trampoliere chiacchierone Skizzo e Sluggy il palloncinista.

Valdichiana Village torna dunque ad offrire a visitatori e turisti esperienze immersive uniche, tra l’autenticità di tradizioni fortemente radicate nel territorio e la celebrazione di arte, musica e culture diverse.

Tags: Carnevale Foiano Valdichiana Village

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione