Camminmangiando: alla scoperta di luoghi incantati e della gastronomia di Lucignano Ar24Tv

. Inserito in Eventi e Cultura

Domenica 19 giugno la passeggiata enogastronomica organizzata dall’Associazione Pro-Loco con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e Strada del Vino Terre di Arezzo. Roberta Casini: "Uno dei fiori all'occhiello delle iniziative della nostra Pro Loco"

Torna di nuovo a Lucignano l’appuntamento con Camminmangiando, la splendida passeggiata enogastronomica grazie alla quale ogni anno, a metà giugno, si offre ai numerosi partecipanti una strepitosa occasione per conoscere ed apprezzare la diffusa bellezza del territorio lucignanese e l’indiscutibile eccellenza della gastronomia locale. L’evento è organizzato dalla locale Associazione Pro Loco e si avvale del patrocinio del Comune di Lucignano, con la preziosa collaborazione di Strada del Vino Terre di Arezzo. Domenica 19 giugno, sin dal primo mattino, i gruppi dei partecipanti si metteranno in cammino con partenze scaglionate dai Giardini Pubblici, confortati dalla presenza di esperte guide che li condurranno in un viaggio ricco di emozioni e di felici sorprese.

L’edizione 2022 di Camminmangiando – spiega il sindaco Roberta Casini - vero fiore all’occhiello dell’Associazione Pro Loco di Lucignano, che torna dopo il forzato stop dovuto alla pandemia, conferma dunque un livello qualitativo molto alto e – in base ai più recenti riscontri – trova apprezzamenti ancora più numerosi, grazie ad un programma particolarmente variegato, contrassegnato da una serie di appuntamenti con i sapori della tradizione culinaria e con il fascino solare di una terra incantata”.

Mario Turchetti, presidente della Pro Loco Lucignano, ricorda che “come sempre, i gruppi dei partecipanti avvieranno il loro percorso visitando alcuni angoli caratteristici del centro storico di Lucignano per dirigersi poi lungo un tracciato che esalta lo splendore di un ambiente ben conservato, nel quale si sublima il retaggio di una storia millenaria con le tante meraviglie di paesaggi mozzafiato”.

Guido Perugini, socio della Pro Loco e profondo conoscitore del territorio, ci introduce nel percorso e nelle offerte enogastronomiche: “Il primo stop è previsto a Poggiospinoso, località appartata inserita in un contesto che rende giustizia a un territorio che nel tempo è diventato l’inevitabile approdo di personaggi facoltosi e di teste coronate. Qui sarà possibile gustare una colazione molto naif, a base di crostini             e salumi rigorosamente locali. Poi, il viaggio procederà attraversando luoghi di incredibile bellezza, dove il tempo sembra aver modellato una idea di spazi fisici che interrogano l’anima di ciascuno dei partecipanti. Basterebbe ricordare l’affaccio inevitabile al piccolo lago di Campoforte, ricco in questo particolare periodo dell’anno di ninfee colorate che affiorano dall’acqua, creando effetti cromatici unici. La sosta per il pranzo è prevista a Belvedere. Un momento di pausa contrassegnato dalla degustazione di pasta al sugo della nonna. C’è da scommettere che questo sia ancora una volta uno dei punti cruciali della passeggiata, in virtù di una qualità conclamata del lavoro dei cuochi e delle massaie impegnate a rendere giustizia a sapori di altri tempi. La terza tappa, con sosta presso il Santuario della Madonna della Querce, vedrà protagonista assoluta una delle eccellenze della gastronomia lucignanese: la carne chianina! Grigliate e altre prelibatezze attendono gli audaci camminatori, che potranno – peraltro – conoscere lo splendido edificio sacro, così caro alla memoria degli abitanti di Lucignano. Sarà – in definitiva – possibile unire aspetti devozionali a conoscenze ravvicinate della migliore tradizione culinaria locale. Il viaggio si concluderà nel pomeriggio presso la Fortezza Medicea, da cui si gode una visione speciale su Lucignano e sulle meraviglie del paesaggio aretino e senese, con cantucci e vinsanto a volontà in mezzo a canti e balli, come da copione collaudatissimo”.

Per chi volesse prendere parte a questa meravigliosa avventura, Turchetti ricorda che “la quota d’iscrizione è di 25 euro a persona, di 10 euro per bambini da 6 a 10 anni, di 23 euro per gruppi composti da oltre 15 partecipanti. La quota è comprensiva dei piatti e dei vini serviti nelle tappe della passeggiata. La manifestazione si terrà anche in caso di pioggia. Ovviamente, sono raccomandati abbigliamento e calzature idonei. Per chi lo desidera, è prevista la possibilità di acquistare il bicchiere serigrafato e il porta bicchiere dell’evento. Un magnifico gadget a ricordo di una giornata meravigliosa, trascorsa in un contesto ricco di fascino tra i sapori e i profumi di una gastronomia davvero eccellente”.

Per ovvie ragioni di carattere organizzativo, le prenotazioni sono obbligatorie entro il 17 giugno utilizzando questi riferimenti: tel. 0575 837723, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..Ulteriori informazioni possono essere fornite chiamando i cell. 335 6182267 o 334 3825326 oppure rivolgendosi alla seguente mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Tags: Lucignano Camminmangiando

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione