Casa Petrarca, Il piano di Butzberger con i musicisti del Nicolini di Piacenza

. Inserito in Eventi e Cultura

Christa Butzberger, pianista, concertista, direttrice d'orchestra e ricercatrice, sarà ospite dell' Accademia DIMA di Arezzo, per un concerto e una masterclass, organizzati in collaborazione con la pianista Alessandra Garosi, docente del Conservatorio Statale di Musica 'Giuseppe Nicolini' di Piacenza.

Sabato 29 gennaio, alle ore 18.00, presso Casa Petrarca, in via dell'Orto 30 ad Arezzo, i valenti interpreti, studenti del Conservatorio di Piacenza, si esibiranno nel Concerto Lied Romantico. Eseguiranno opere di Brahms, in particolare lOpera 120 n. 2 con Giacomo Alfano al clarinetto e Paolo Del Toro al pianoforte; i Liebeslieder Opera 52 a cui seguiranno i Sei Germani Lied di Spohr con Mirea Marchetto Mollica, mezzosoprano, Giacomo Alfano al clarinetto, Alessandra Garosi e Paolo Del Toro al pianoforte.

Una giornata, quella di sabato 29 gennaio, che sarà dedicata alla musica da camera e in particolare al Lied romantico, che vedrà Christa Butzberger, una delle massime esponenti del concertismo internazionale, protagonista della masterclass che approfondirà il repertorio di Johannes Brahms e Louis Spohr  insieme ai musicisti del corso della pianista Alessandra Garosi. docente del Conservatorio Statale di Musica 'Giuseppe Nicolini' di Piacenza.

La masterclass, che anticiperà il concerto, è aperta agli uditori, agli allievi del Liceo Musicale Petrarca di Arezzo e a quelli dell’Accademia DIMA.

INFO: Il concerto è a ingresso libero con obbligo di Green Pass Rafforzato e mascherina FFP2; è gradita prenotazione al numero numero +39 3772994923 (dal lunedì al venerdì dalle ore 15:30 alle ore 19:00) oppure inviando una email a dimaprenotazioni@gmail.com

Christa Butzberger, pianista concertista appartiene allo stretto gruppo di diretti allievi di Sergiu Celibidache che si dedicano all’approfondimento e alla continuazione dell’insegnamento della fenomenologia come delineata per primo dal grande direttore romeno. È nata a Zurigo, dove ha ottenuto una vasta e fondata formazione musicale: pianoforte, violino, viola, quartetto e musica d'insieme oltre a cantare nel coro delle voci bianche dell'Opera di Zurigo.Si è diplomata giovanissima nella classe concertistica di pianoforte di A. Ehrismann presso il conservatorio di Winterthur e ha frequentato il Masterclass Scuola russa di V. Margulis e alcune lezioni private con Vlado Perlemuter. Nel 1980 ha vinto il «Pembaurpreis» di Berna e il concorso «Migros». Nello stesso anno si è trasferita in Italia, che diventerà suo paese d'adozione. Ha conseguito il diploma di perfezionamento in musica d’insieme dell'Accademia di Santa Cecilia nella classe di R. Brengola e approfondito lo studio del repertorio cameristico con Franco Rossi. Intrapresa una carriera internazionale come solista, con orchestra e come ricercata partner con vari gruppi di musica d’insieme, dà vita per vent'anni a un Duo pianistico con Pier Narciso Masi. Appassionata didatta, si è sempre dedicata all'insegnamento, tenendo numerosi corsi di perfezionamento e masterclass presso istituzioni italiane ed estere. In seguito all’incontro con Celibidache nel 1987 inizia un rigoroso studio della fenomenologia, seguendo tutti i seminari del grande direttore d'orchestra presso l'Università di Magonza e di Monaco dal 1987 fino al 1995. Ha saputo ampliare le proprie cognizioni fenomenologiche, arricchite da seri studi di composizione secondo Heinrich Schenker e dal fondamentale metodo di apprendimento sviluppato da Moshe Feldenkrais, creando con i corsi ARS ET LABOR, da lei fondati insieme a Marina Rossi, un autentico laboratorio di fenomenologia, dal quale sono usciti oltre cento studenti che si sono inseriti con successo nel complesso mondo musicale. A partire dal 2009 è direttrice artistica del Progetto Alessandro Scarlatti, con il quale ha realizzato in veste di direttore, oltre a varie cantate sacre e profane, l’oratorio Il Primo Omicidio (Vicenza) e la Passio D. N. Jesu Christi secundumJoannem (Perugia, Assisi). Ha curato le edizioni di tutte le opere di A. Scarlatti eseguite dal Gruppo strumentale ARS ET LABOR e ha inoltre curato le traduzioni di numerose opere teoriche di C. Ph. Em. Bach e H. Schenker.

Tags: Casa Petrarca