Saverio Tommasi protagonista della prima giornata di Officine Social Movie

. Inserito in Eventi e Cultura

Al via il festival a firma Orchestra Multietnica di Arezzo e Officine della Cultura legato al concorso di cortometraggi dedicato alle tematiche del sociale e alla diffusione di contenuti che promuovano i valori della solidarietà, dell’accoglienza, dell’inclusione sociale, della diversità culturale, dei diritti.

Al via il festival Officine Social Movie per un pomeriggio e sera al Cinema Eden di Arezzo all’insegna dei diritti e della sostenibilità, etica, ambientale e antropologica. Il taglio del nastro è previsto mercoledì 30 giugno alle ore 18:30 con la presentazione del libro “In fondo basta una parola” (Feltrinelli) scritto da Saverio Tommasi. Sarà proprio Tommasi, giornalista di Fanpage con una spiccata predilezione per le “storie di umanità varia”, l’ospite principale della prima giornata del festival, per la sua capacità di “incrociare le fragilità umane, senza pietismo e ribaltando il tavolo degli stereotipi”, con parole e immagini, con “video e respiro”, come scrive lui stesso.

Il festival proseguirà nel rinnovato spazio dell’Arena dalle ore 21:30 con la proiezione e la premiazione dei corti finalisti per il Premio Miglior Attrice – Sofia Panizzi per “Il branco” di Antonio Corsini; Alice Di Demetrio per “Il gioco” di Alessandro Haber; Carlotta Antonielli per “Onolulo” di Iacopo Zanon -; per il Premio Miglior Attore - Francesco De Simone per “Servi di biciclette” di Michele Granata; Vinicio Marchioni per “Il gioco” di Alessandro Haber; Ivan Olivieri per “Il porto e la tempesta” di Antonio Chiricò – e la proiezione e premiazione del corto vincitore del Premio Autismo Arezzo. Ad arricchire la serata la proiezione del cortometraggio di Saverio Tommasi dal titolo “Il giro della morte in carrozzina”, racconto gentile e senza paura, davanti e dietro le quinte, della storia di Ilaria Naef, unica atleta italiana di WCMX, skate in carrozzina.

La partecipazione al festival e concorso di cortometraggi Officine Social Movie è gratuita ma è richiesto un biglietto segnaposto da ritirare presso cinemaeden.ticka.it e presso il Cinema Eden nei giorni e orari di apertura. Si segnala che sempre mercoledì 30 giugno, dalle ore 17:30 e fino alle ore 20:00, presso la Sala Eden sarà possibile vedere tutti i cortometraggi finalisti in concorso in assoluta tranquillità.

Officine Social Movie è un progetto di Orchestra Multietnica di Arezzo, Officine della Cultura e Cesvot in collaborazione con il Liceo Artistico Coreutico Scientifico Internazionale “Piero della Francesca” annesso al Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” di Arezzo, Associazione Autismo Arezzo, Poti Pictures e il contributo della Fondazione CR Firenze, del Comune di Arezzo nell'ambito del bando "#ripARtiamoinsieme - Giovani Protagonisti - Il Comune ti coinvolge", di Prodigio Divino e della Sezione Soci Arezzo di Unicoop Firenze. Protagonisti speciali dell’evento proprio gli studenti del Liceo aretino, animatori dei tanti aspetti della complessa macchina del festival, dalla giuria dei cortometraggi in concorso, all’organizzazione, alla promozione social.

Si ricorda che iscrivendosi al portale www.officinesocialmovie.com, dal 29 giugno al 4 luglio sarà il pubblico del festival ad assegnare il Premio Giuria Popolare, vedendo e giudicando i nove corti finalisti. I corti in concorso saranno altresì visibili su Teletruria, media partner del progetto. Ulteriori informazioni presso Officine della Cultura, tel. 0575 27961 – 3388431111 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Tags: Officine della Cultura Orchestra Multietnica di Arezzo Officine Social Movie saverio tommasi