Caremani e Cocchi conducono un laboratorio giornalistico con le superiori del Casentino

. Inserito in Eventi e Cultura

L’Associazione di imprenditori Prospettiva Casentino si getta nel suo settimo anno di attività a fianco delle scuole del territori, proponendo agli studenti delle terze e quarte superiori degli istituti del Casentino un progetto di giornalismo di altissima qualità con due professionisti di eccezione come Francesco Caremani e Massimiliano Cocchi.

Più che un corso è un percorso, o meglio un laboratorio, come lo hanno definito gli stessi ideatori e docenti, per evidenziarne il carattere artigianale e pratico. Nato da un’idea congiunta di Francesco e Massimiliano supportati da Christian Bigiarini direttore di Casentino Più – il giornale sul quale saranno pubblicati articoli e lavori dei ragazzi -  il laboratorio di giornalismo vedrà impegnati 56 studenti tra l’Isis Fermi di Bibbiena e ls Galileo Galilei di Poppi.

Francesco Caremani è giornalista, autore, collaboratore de “Il Foglio” e “Tuttosport”, 3°premio -Sport Media Pearl Awards gli Oscar del giornalismo sportivo. Massimiliano Cocchi è collaboratore di Radio Capital, Red Bull Italia, Barni Racing Team. Due grandi professionisti che proporranno agli studenti un vero e proprio laboratorio artigianale il cui obiettivo non è formare nuovi giornalisti, ma rendere la lettura, la fruizione dei contenuti più consapevole. Il corso si articola in quattro fasi : partendo dai principi fondamentali della professione verranno analizzate le specificità e le logiche che guidano ogni «medium». Il percorso si concluderà con una lectio magistralis tenuta da un giornalista di chiara fama. Si tratta di 34 ore tra esercitazioni pratiche e tool lab dove ci sarà posto per tutto: dalla deontologia, alla scrittura per la carta stampata, alla preparazione di servizi radiofonici e  televisivi, realizzazione di articoli e approfondimenti radiofonici, ma anche lettura profonda, analisi degli articoli e approfondimenti sulle fake news.

Francesco Caremani commenta:Nell’era della comunicazione educare al giornalismo, cioè alla correttezza dell’informazione, è insieme doveroso e coraggioso. Non vedo l’ora di lavorare con i ragazzi che negli incontri preliminari a scuola si sono dimostrati attenti, sensibili e brillanti. Infine, voglio ringraziare Prospettiva Casentino, per la fiducia e per una capacità unica e rara ha investire sulla formazione rivolta ai giovani casentinesi. Per tutti gli altri diamo appunto al 29 febbraio con una grande sorpresa”.

Massimiliano Cocchi: “In Casentino sono cresciuto e ho iniziato la mia "carriera" da giornalista, poi le circostanze mi hanno portato a vivere e lavorare altrove. Così è cresciuto il desiderio di restituire qualcosa al luogo dove è nata e dove ho coltivato quelle che più che una professione è una passione: il giornalismo. Restituire un po' della mia esperienza è l'unico modo che avevo per farlo ed ecco perché il più felice di tutti per questa opportunità sono io.  Senza Prospettiva Casentino tutto questo non sarebbe stato possibile e quindi all'associazione va il mio ringraziamento, spero di poter ripagare la loro fiducia e quella dei ragazzi che hanno accolto il progetto con entusiasmo. In questo percorso, i protagonisti saranno loro, non alunni ma dei veri reporter".

Prospettiva parla attraverso il suo Presidente Giovanni Basagni che commenta: “Il progetto ci ha subito convinto per il suo alto valore formativo. Si tratta di portare gli studenti a comprendere in modo più critico il mondo che li circonda attraverso un’analisi approfondita dei media attuali e del loro utilizzo. Senso critico, capacità di lavorare in gruppi trasversali, capacità di esprimersi su ambiti diversi da quelli prettamente scolastici. Misurarsi con l’attualità e con le opportunità ma anche i limiti dei nuovi media riteniamo siano punti assolutamente fondamentali per affrontare il mondo di domani”.

Il laboratorio si terrà presso la sede della Fondazione Baracchi in via Bosco di Casina a Bibbiena da lunedì 10 Febbraio.

Tags: Bibbiena Casentino Francesco Caremani Massimiliano Cocchi