Crack banche: subito i soldi a chi ha redditi sotto 35mila euro. Ad Arezzo l'assemblea generale dei risparmiatori azzerati

. Inserito in Economia

Fumata bianca a Palazzo Chigi dall'incontro tra le associazioni che rappresentano i risparmiatori azzerati dai crack delle banche, compresa Etruria e il governo. Venerdì assemblea generale ad Arezzo, luogo simbolo della vertenza

Nella foto: Letizia Giorgianni, dell'Associazione Vittime del Salvabanche e l'avv. Letizia Vescovini, che hanno partecipato all'incontro a Palazzo Chigi

200 mila le persone interessate: i ristori diretti andranno ai risparmiatori con un reddito imponibile entro i 35 mila euro (per singola persona componente del nucleo familiare, mentre inizialmente si parlava di Isee) e un patrimonio immobiliare fino a 100 mila euro, criterio di selezione resosi necessario per evitare le obiezioni dell’Unione Europea, contraria a rimborsi automatici e indiscriminati: secondo l’Ue, c’era il rischio di configurare un indebito aiuto di Stato.

Per gli altri, il via libera passerà da una sorta di controllo arbitrale: l'indennizzo sarà pari al 30% per gli azionisti e del 95% per gli obbligazionisti subordinati.

A favore dell'impianto proposto, 17 associazioni, tra cui l'Associazione Vittime del Salvabanche, rappresentata da Letizia Giorgianni e dall'avv. Letizia Vescovini. Due le associazioni contrarie, quella che raccoglie le vittime della Popolare di Vicenza e il Coordinamento «don Torta».

Prossimo step: i decreti attuativi da parte del Tesoro, che dovranno anche modificare la legge di Bilancio con la quale l'esecutivo aveva destinato 1,5 miliardi ai ristori. 

Intanto Federconsumatori Arezzo rende noto che si terrà venerdì 12 aprile alle 16:30 l'assembla generale dei risparmiatori azzerati, alla quale parteciperanno anche l’Associazione Vittime del Salvabanche ed altre Associazioni di Risparmiatori Veneti

Il presidente Federconsumatori Arezzo Pietro Ferrari informa che sono stati invitati a partecipare all’incontro:

  • Il Presidente della Regione Toscana Dott. Enrico Rossi
  • Il Sindaco di Arezzo Ing. Alessandro Ghinelli;
  • I Sottosegretari al MEF On/li Alessio Villarosa e Massimo Bitonci;
  • Il Prefetto di Arezzo Dott.ssa Anna Palombi
  • I Parlamentari della Circoscrizione aretina;
  • I Segretari di Federazione delle forze politiche locali.

"Scopo dell’incontro - dichiara Ferrari - che volutamente vogliamo far ripartire dal luogo simbolo della vertenza per il crack delle Banche, è quello di fare il punto della situazione sui decreti attuativi con i quali si sarebbe dovuta avviare la seconda fase degli indennizzi ai risparmiatori e di valutare la portata della sentenza della Corte di Giustizia Europea a proposito di TERCAS ed i riflessi che questa sentenza potrà avere sull’iter legislativo dei decreti. Sarà discusso delle ulteriori iniziative a sostegno delle richieste dei risparmiatori e sarà fatto il punto della situazione sul Processo per Bancarotta e le testimonianza delle Parti Civili".

Tags: Banca Etruria Federconsumatori Risparmiatori

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione