Valdarno, costituito il Centro studi della Consulta nazionale dei Distretti

. Inserito in Economia

Il 15 marzo 2024, presso gli uffici del Notaio Giuseppe Pisapia, è stato costituito il Centro Studi della Consulta Nazionale Distretti Rurali e del Cibo, Formazione e Informazione Sui Distretti e i Paesaggi Rurali.

La Consulta nazionale dei Distretti del Cibo, rurali, biologici, agroalimentari di qualità, ha deciso di mettersi insieme per costituire un Centro Studi dove programmare ricerca e formazione su necessità comuni. La sede di questo importante strumento sarà presso la prestigiosa Accademia Valdarnese del Poggio di Montevarchi. L’Accademia, presieduta dal Prof Lorenzo Tanzini, ha messo a disposizione la sua struttura come sede centrale di una rete di entità periferiche costituite da ulteriori centri di ricerca e università. Il lavoro di mediazione a livello nazionale è stato gestito dal Distretto Rurale del Valdarno Superiore e dal Consiglio Direttivo presieduto dal suo Presidente Nicola Benini. L’importante riconoscimento dato al DRVS va a tutto il lavoro fatto dai Soci e Associazioni, nonché a tutte le Amministrazioni aderenti: Bucine, Laterina-Pergine Valdarno, Cavriglia, Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Figline-Incisa, Castelfranco-Piandiscò, Loro Ciuffenna, Castiglion Fibocchi.

Siamo molto orgogliosi della costituzione del Centro Studi Nazionale – ha detto Nicola Benini, sindaco di Bucine e presidente del Distretto Rurale del Valdarno Ci tengo a ricordare che la Consulta rappresenta i distretti di tutta Italia ed è quindi uno strumento fondamentale di ricerca e coordinamento delle attività che avrà la propria sede nel nostro Valdarno”.

Lo scopo del Centro Studi è quello di supportare la gestione e lo sviluppo dei produttori agricoli: elaborare progetti di ricerca, individuare soluzioni comuni ai cambiamenti climatici, accompagnare le aziende nella innovazione dei processi produttivi. Patners di questo progetto, che vedrà Cavriglia e gli altri Comuni sedi di attività di formazione, sono la FAO, la Cattedra Unesco per il Paesaggio Rurale, il Ministero e della Cultura, il Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare.

I Distretti Rurali e del Cibo sono uno strumento strategico mirato a favorire lo sviluppo rurale, la valorizzazione della produzione agricola, la coesione e l'inclusione sociale, favorendo l'integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale. I Distretti hanno come obiettivo anche la sicurezza alimentare, la diminuzione dell'impatto ambientale delle produzioni e la riduzione dello spreco alimentare. Altro scopo fondamentale è la salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari. Il Distretto Rurale del Valdarno Superiore è stato riconosciuto il 25 maggio 2019 e svolge un ruolo di coordinamento e progettazione che fino adesso ha sviluppato interventi per 6 milioni di euro circa, in parte finanziati dal MASAF.

Tags: Valdarno distretti rurali