Pace, agricoltori aretini ad Assisi

. Inserito in Economia

Decine di agricoltori aretini, insieme ai rappresentanti di Cia Arezzo, ANP (associazione nazionale pensionati) e AGIA (Associazione giovani agricoltori) Arezzo si uniscono ai colleghi per chiedere la fine del conflitto e l’intensificazione dei negoziati: “Così non si può continuare! Stiamo pagando un prezzo altissimo e insostenibile”.

La pace è l'obiettivo che si pone la nutrita delegazione di associati a Cia Arezzo che oggi raggiungerà Assisi.

Si svolge, non a caso, in questa città carica di valori simbolici, l'Assemblea nazionale dell'Associazione Pensionati, a cui prenderanno parte decine di imprenditori del territorio aretino, insieme ai referenti dell'Associazione Pensionati ANP Arezzo e ai giovani imprenditori di AGIA Arezzo.

"Vogliamo unire la nostra voce a quella degli altri agricoltori provenienti da tutta la penisola, per chiedere di proseguire e intensificare lo sforzo diplomatico per fermare la guerra in Ucraina. Dopo mesi di conflitto, migliaia di vittime, effetti devastanti sull’economia globale e il rischio nucleare, bisogna riaffermare universalmente l’impegno per la pace"

“Siamo sempre più preoccupati per la spirale della guerra; anche le famiglie e le imprese stanno pagando un prezzo altissimo e non più accettabile”.

I lavori dell’Assemblea si svolgono all’Hotel Cenacolo a partire dalle ore 14.30 e saranno chiusi dal Presidente nazionale di CIA Cristiano Fini.

Tags: Cia Marcia della pace Assisi