Regolazione affitti commerciali ad Arezzo, firmato un protocollo d'intesa

. Inserito in Economia

 

È stato siglato questa mattina in Prefettura un protocollo d’intesa che prevede forme di collaborazione tra affittuari e proprietari di immobili ad uso commerciale, artigianale o d’impresa per facilitare la negoziazione dei canoni di locazione.

L’intesa è stata sottoscritta dalla Prefettura, dalla Provincia, dal Comune di Arezzo, dalla Camera di Commercio di Arezzo-Siena, dall’Ordine dei Commercialisti e Contabili e da Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato Imprese, Confederazione Nazionale Artigianato (CNA), Confabitare, Confedilizia, Unione Piccoli Proprietari Immobiliari (UPPI) e Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari (ASPPI).

Con questo accordo viene introdotto un importante strumento di regolazione degli affitti commerciali che favorisce il mantenimento dei contratti di locazione anche in presenza delle difficoltà economiche di imprese ed esercizi commerciali ed artigianali derivanti dall’attuale contesto emergenziale.

Il patto sottoscritto, infatti, si offre come aiuto alla prosecuzione del rapporto tra l’affittuario ed il proprietario dell’immobile, mettendo in campo azioni concrete in grado di favorire un accordo che consenta di evitare l’interruzione del contratto di locazione, la cessazione dell’attività imprenditoriale, commerciale o artigianale ed il rischio che l’immobile rimanga sfitto per un periodo indeterminato di tempo.

“Questa intesa – ha commentato il Prefetto Maddalena De Luca – oltre a rappresentate un valido sostegno alla ripresa economica in quanto consente di trovare accordi finalizzati alla prosecuzione di attività imprenditoriali che, stante il permanere di locazioni gravose rischierebbero la chiusura, consente anche di tutelare il territorio da possibili iniziative speculative volte ad approfittare della particolare situazione di crisi di imprenditori ed affittuari”.

Aderiamo convintamente a questo accordo – spiega il Presidente dell’Ente camerale Massimo Guasconi – consapevoli dell’importanza che uno strumento come questo potrà avere per molti dei nostri imprenditori che, a causa dell’emergenza sanitaria, hanno subito pesanti ripercussioni economiche. Un’adesione non puramente formale considerato che sarà anche possibile attivare eventuali tentativi di mediazione presso il nostro organismo di conciliazione con modalità agevolate”.

Tags: Prefettura Arezzo Comune di Arezzo Camera di Commercio Provincia di Arezzo